Te lo ricordi il sessismo di Trump?

Per chi se lo fosse dimenticato, ci ha pensato la studentessa Aria Watson con un progetto fotografico subito diventato virale. Prima che i social censurassero gli scatti.

Trump lo sappiamo non si è mai distinto per la sua galanteria. Anzi. E a chi ha la memoria corta ha pensato Aria Watson, studentessa di 18 anni al Clatsop Community College Oregon. Con il progetto fotografico #SignedByTrump (letteralmente: firmato da Trump) i cui scatti denunciano, sul corpo di sette donne, le peggiori insinuazioni fatte dal presidente Usa sul fisico femminile. Le immagini sono subito diventate virali in rete, raggiungendo quota 50 mila condivisioni in un solo giorno, prima che Facebook e Instagram decidessero di rimuoverle. «Non sono mai stata molto impegnata in politica, ma quando Trump ha battuto la Clinton, il mio cuore si è spaccato», ha raccontato lei a Buzzfeed. Nella foto: «Devi trattarle come fossero merda» - Trump