Ma siete serie?

1 Febbraio Feb 2019 0800 01 febbraio 2019

Le serie tv da vedere assolutamente a febbraio 2019

Un mese all'insegna del mistero, dalla maledizione di Russian Doll al giallo di The Abc Murders ispirato al romanzo di Agatha Cristie.

  • ...
Febbraio Serie Tv Vedere Assolutamente 6

In questo mese di febbraio, in fatto di serie tv, la parola d’ordine è una sola: mistero! Si parte dal loop infinito di una notte che non vuole finire in Russian Doll, si passa alle serie tratte dai gialli di Agatha Christie e Carlo Lucarelli e si approda alla scandalosa vicenda del documentario su Lorena Bobbitt, non prima di essere passati per le incredibili avventure dei supereroi di The Umbrella Academy. La nostra selezione e i relativi suggerimenti golosi per gustarla al meglio.

RUSSIAN DOLL

Dal 1 febbraio su Netflix - Per lettrici giocose

Il titolo rimanda alle matrioske russe, bamboline di legno che contengono versioni sempre più piccole di loro stesse. Come questa serie, in cui la protagonista Nadia (Natasha Lyonne, una delle detenute di Orange is the new black) è una donna intrappolata a un party notturno a New York. Per un motivo o per l’altro Nadia continua a morire in modi tragicomici e risvegliarsi al punto di partenza: riuscirà a uscire da quella che sembra una maledizione?

Da gustare con: qui ci vuole un drink e l’ideale è il cocktail più popolare negli USA, il Manhattan. Come si prepara? Con 5 cl di rye whiskey, 2 cl di vermut rosso, 1 ciliegia al Maraschino, ghiaccio, angostura da versare sul ghiaccio prima degli altri ingredienti.

THE ABC MURDERS

Dal 1 febbraio su Amazon Prime Video - Per lettrici coraggiose

Chi è la regina dei gialli? Ovviamente Agatha Christie! Questa serie è un adattamento dell'omonimo romanzo della scrittrice inglese. Protagonista John Malkovich nei panni di un Poirot ormai stanco e attempato, in pensione, che si ritrova a dover risolvere il mistero delle lettere ricevute da un individuo che si firma soltanto con A.B.C.. Le lettere indicano una serie di omicidi basati sulla Guida Ferroviaria ABC. Riuscirà il famoso investigatore coi baffi a fermarli?

Da gustare con: un pezzo di cioccolato belga, come Poirot! Mi raccomando, fondente almeno al 70%.

LA PORTA ROSSA

Dal 13 febbraio su Rai Due - Per lettrici misteriose

Ambientata a Trieste e ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi, torna per una seconda stagione la serie sulle vicende del commissario Cagliostro, ucciso in uno scontro a fuoco, che comunicando dall’aldilà con la medium Vanessa porta avanti ricerche e indagini per scoprire chi l'ha tradito e salvare la vita di sua moglie. La serie ha come protagonisti Lino Guanciale e Gabriella Pession.

Da gustare con: una fetta di strucolo, dolce tipico triestino parente dello strudel, ripieno di mele o di ciliegie e altra frutta in base alla stagione.

THE UMBRELLA ACADEMY

Dal 15 febbraio su Netflix - Per lettrici futuristiche

Nello stesso giorno del 1989, 43 neonati nascono in diverse parti del mondo da donne che non si conoscono e che fino al giorno prima non avevano mostrato segni di alcuna gravidanza. Sir Reginald Hargreeves, un industriale miliardario, decide di adottarne alcuni e fondare la cosiddetta Umbrella Academy, preparando i suoi superdotati bambini a salvare il mondo. Crescendo i ragazzi si allontanano, ma alla morte del padre si rivedono. Luther, Diego, Allison, Klaus, Vanya e Number Five, ormai trentenni decidono di scoprire cosa si cela dietro la sua scomparsa, mentre incombe la minaccia di un'apocalisse globale. La serie è tratta dai fumetti creati e scritti da Gerard Way (musicista del gruppo My Chemical Romance), illustrati da Gabriel Bá e pubblicati da Dark Horse Comics. Tra i protagonisti della serie Ellen Page e Tom Hopper.

Da gustare con: praline miste. Tanti gusti, tante personalità, ogni volta un’esplosione di sapore.

LORENA

Dal 15 febbraio su Amazon Prime Video - Per lettrici sensibili

Ricordate Lorena Bobbit, che evirò il marito John Wayne, scatenando uno scandalo mondiale? Arriva su Prime Video dopo la presentazione al Sundance Film Festival un documentario in quattro episodi che ripercorre la vicenda della Bobbitt, rivelando come abbia posto le basi per un modello di informazione sempre più sensazionalistico. Relegata alla stampa scandalistica e alle battute, infatti, la storia della Bobbitt è stata un’opportunità mancata per parlare di violenza domestica e sessuale nei confronti delle donne negli Stati Uniti.

Da gustare con: un hot dog potrebbe sembrare di cattivo gusto… ma questa scelta evocativa è anche perfetta per una cena davanti alla tivù!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso