18 Gennaio Gen 2019 0901 18 gennaio 2019

Come combattere l'ansia da appuntamento

Cosa fare per evitare imbarazzo e timidezza durante il primo incontro? Per esempio, non strafare, vestirsi comode e darsi nuove prospettive, suggerisce la blogger Maya Khamala.

  • ...
Ansia Appuntamento Ragazza

Sentiamo spesso parlare dei problemi d’ansia come i disturbi psicologici più comuni. In America, su 40 milioni di persone, circa una su tre ne soffre. E sicuramente anche molte di voi, specialmente di fronte a nuovi appuntamenti, sanno di cosa si parla, se è vero che l’ansia tende sempre a giocare scherzi imbarazzanti. Certo, in questi casi è normale essere tese anche per chi solitamente non lo è, considerando la soggezione di essere scrutate o di avere comportamenti bizzarri. Prima di un appuntamento siamo sommerse dai pensieri. «Piacerò all’altra persona? Sarò attratta da lui o sarà la solita situazione noiosa da cui non so come uscire per non sembrare una stronza?». La paura è sempre quella di parlare troppo, di essere troppo eccitata (inutilmente). In ogni caso, anche quando ci convinciamo che stare da sole sia la soluzione migliore, questo non fa che aumentare la nostra timidezza nell’aprirci. Dalla testata Collective, arrivano quattro suggerimenti per imparare a controllare l’ansia da incontri.

SIATE VOI STESSE

Se si tratta di un primo appuntamento, potreste non essere concordi sul posto scelto ma questo non vi vieta di esprimere una preferenza che siete sicure vi metta a vostro agio. Inoltre ricordate che cercare di mascherare l’ansia non farà che aumentarla. Non c’è nessun problema nel mostrarsi nervose, avere il coraggio di aprirsi stimolerà la stessa risposta dall'altra parte. Anche se credete sia rischioso lasciarvi andare, essere voi stesse è il modo migliore per far scattare la «scintilla». Se all’inizio non sarà facile abbassare la guardia, l’importante è iniziare con buone intenzioni.

REGALATEVI NUOVE PROSPETTIVE

Succederà anche a voi che quando le cose vanno bene e c’è il «rischio» di essere felici, invece che godervi questa felicità vivete con la paura che la fregatura sia dietro l’angolo. Un timore che esplicitate anche agli amici raccontando le buone impressioni con un pizzico di scetticismo. Imparare a trasformare «il solito disastro» in «non c’è motivo per cui non andrà bene» è un buon inizio per parlare chiaro con voi stesse e adottare una nuova prospettiva. E se poi andrà male, non sarà un grande problema.

RESTATE CONNESSE, QUI E ORA

Che il corpo e la mente siano strettamente legati è un fatto indiscutibile. Essere connesse con ciò che state vivendo dipende anche dalla capacità di essere presenti nel vostro corpo. Chi soffre di ansia potrà confermare questa tesi, non occorre soffermarsi sul passato e sul futuro, perché perdereste di vista quello che accade nel presente. E questo vale anche nei rapporti e nel contatto con gli altri, che nasce da quello con voi stesse e da come scegliete che la vostra salute fisica ed emotiva si lasci influenzare.

COMODE E SICURE

Specialmente quando si tratta di un appuntamento con qualcuno mai visto prima, sottolinea la blogger Maya Khamala, il segreto è prendervi una pausa dalla ansia da prestazione per il look. Niente tacchi alti o nuovi tagli di capelli, molto meglio scegliere qualcosa che vi faccia sentire comode e sicure. Ascoltatevi, senza paura che qualche vostra idea possa essere poco apprezzata. Potrebbe invece rivelarsi efficace, come la proposta di un uscita a quattro se vi rende più tranquille. Insomma, vivete le esperienze a pieno, libere dall’ansia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso