22 Agosto Ago 2019 1748 22 agosto 2019

Le Azzurre ripartono da Milena Bertolini

«Indietro non si torna, il Mondiale ha segnato la svolta per il calcio femminile italiano», ha detto la ct aprendo la stagione 2019-20. Le calciatrici: «Faremo in modo che non finisca tutto nel dimenticatoio».

  • ...
Milena Bertolini Contratto Calcio Femminile

«Indietro non si torna e comunque non credo che avverrà, il Mondiale ha segnato la svolta per il calcio femminile italiano». È con questo messaggio entusiasta che Milena Bertolini ha aperto la stagione 2019-20 che vede le nostre Azzurre reduci dalla entusiasmante cavalcata in Francia impegnate nelle qualificazioni agli Europei che si terranno in Inghilterra nel 2021. L'Italia punta ad essere protagonista come ai Mondiali, non a caso (scaduto il contratto a giugno) la Figc ha deciso di rinnovarlo alla ct per altri due anni. Primi impegni in trasferta il 29 agosto a Tel Aviv con Israele e il 3 settembre a Tbilisi con la Georgia. Con l'arrivo del presidente federale Gabriele Gravina ci sarà l'annuncio ufficiale del rinnovo. «Ma se ne può già parlare, i contratti sono già firmati», ha detto Bertolini. «Il presidente viene per incontrare la squadra poi si fermerà per altri appuntamenti domani a Coverciano. La sua presenza è un messaggio importante, significa che il peso della Nazionale femminile all'interno della Federazione viene finalmente e con merito riconosciuto».

«OGGI ABBIAMO UNA RESPONSABILITÀ DIVERSA»

Una Nazionale subito alle prese con impegni importanti: «È un inizio più difficile rispetto a due anni fa. Peraltro», è l'avvertimento della ct, «la responsabilità ora è diversa, tutti danno per scontato che quanto abbiamo fatto prima dovremo ripeterlo. Ma guai scordare che questo gruppo ha compiuto qualcosa di straordinario andando oltre le proprie possibilità». Il Mondiale di Francia rappresenta un punto di partenza per tutto il movimento: «Di quella esperienza», ha detto Bertolini, «vorrei portare l'entusiasmo trasmesso al Paese, le prestazioni, il forte spirito di gruppo, la 'fame'». Tra le Azzurre c'è qualche volto nuovo ma la base è rimasta sostanzialmente la stessa: «Spetta a noi ora mantenere alto l'interesse», ha detto la capitana della Fiorentina Women's Alia Guagni. «Quanto fatto in Francia ha aperto gli occhi a tanti italiani, la popolarità e l'attenzione saranno uno stimolo in più per continuare la scalata fino al professionismo. Al Mondiale ho imparato che mai bisogna smettere di crederci». Ha aggiunto l'attaccante del Milan Valentina Bergamaschi: «Abbiamo trasmesso tante emozioni e vogliamo continuare, faremo in modo che non finisca tutto nel dimenticatoio». Ko invece la centrocampista della Juventus Barbara Bonansea e la difensora del Sassuolo Martina Lenzini, al loro posto sono state convocate per la prima volta Gloria Marinelli (Inter) e Vanessa Panzeri (Juve).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso