Sessismo

Sessismo

13 Giugno Giu 2019 1830 13 giugno 2019

La copertina sessista di Charlie Hebdo sui Mondiali femminili

La rivista francesce di nuovo nel mirino dei social network per la vignetta dedicata all'evento calcistico. Per molti è indelicata nei confronti della battaglia per la parità di genere nello sport. 

  • ...
Charlie Hebdo Vignette Mondiali Femminili

«Mangeremo per un mese». Questo è il titolo che accompagna l'ultima provocatoria (come sempre) copertina di Charlie Hebdo, la rivista satirica francese nota per le sue vignette che spesso fanno discutere. Il disegno, che riprende un particolare del quadro L'origine del mondo di Gustave Courbet, rappresenta una donna nuda che ha un pallone incastrato nella vagina. Il riferimento è chiaramente ai Mondiali femminili organizzati proprio in Francia.

Immediata la reazione del mondo dei social network, da una parte c'è chi ha accusato la testata di sessismo e di essere indelicata visto che il calcio femminile si batte per mettere fine alla discriminazione di genere nello sport. Altri sostengono la libertà di espressione dell'informazione. «Ovviamente non è il tipo di notizie che avremmo voluto vedere. Spero che attraverso il nostro gioco, le persone possano capire che quello che stiamo facendo è fantastico e che meritiamo molto rispetto», ha commentato la centrocampista americana Samantha Mewis.

GLI ORGANIZZATORI DEL MONDIALE DELLE DONNE NON COMMENTANO

E se gli organizzatori della Coppa del Mondo femminile e la ministra della Parità di genere, Marlene Schiappa, hanno preferito non commentare la copertina, in Francia, secondo quanto riportano i giornali, l'idea non è dispiaciuta a molte donne: «Mi considero una femminista e penso che sia importante essere in grado di ridere anche di noi», ha commentato una donna. «È troppo. Non è sottile, ma è Charlie. È sempre così, ma a volte è bello poter ridere di qualcosa che è immediato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso