Sessismo

Sessismo

7 Giugno Giu 2019 1733 07 giugno 2019

A Lodi hanno provato a filmare un'arbitra nello spogliatoio

La donna doveva cambiarsi e farsi la doccia. Una o più persone non identificate con una scala a pioli avrebbero raggiunto una finestra per riprenderla furtivamente. 

  • ...
Arbitra Filmata Lodi Fanfulla San Colombano

Fare l'arbitra è un mestiere difficile. Dalle offese sessiste nei confronti di Annalisa Moccia, guardalinee della sezione Aia di Salerno, a quelle a Giulia Nicastro (davanti alla quale un giocatore 14enne del Treporti calcio il 22 maggio si è addirittura calato i pantaloncini), fino al caso più recente e inquietante successo domenica 2 giugno 2019 al termine del Trofeo Città di Lodi per squadre under 15 ospitato dal Fanfulla. Secondo quanto racconta l'Ansa qualcuno ha tentato di riprendere furtivamente con lo smartphone un'arbitra mentre si trovava nello spogliatoio per cambiarsi e farsi la doccia.

PER FILMARLA HANNO UTILIZZATO UNA SCALA A PIOLI

Un episodio definito «inqualificabile da parte di ignoti» dal giudice sportivo che ha trasmesso gli atti alla Procura della Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc), riservandosi di prendere decisioni disciplinari a carico dei responsabili e delle società al termine delle indagini. A quanto è stato possibile ricostruire, al termine della partita fra i ragazzini classe 2004 della squadra del Fanfulla e i coetanei del San Colombano, una o più persone non identificate con una scala a pioli avrebbero raggiunto una finestra secondaria per filmare con il telefonino la donna nello spogliatoio. E se la prima squadra ha declinato ogni commento, il San Colombano ha precisato che i suoi tesserati «sono del tutto estranei» alla vicenda, che la società ha definito «grave».

LEGGI ANCHE: Offese sessiste all'arbitro Giulia Nicastro: un anno di squalifica

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso