29 Luglio Lug 2019 1712 29 luglio 2019

Thor è donna, alla Marvel il gender swap è realtà

Il film con Natalie Portman segue quello su Captain Marvel, che nei fumetti prima era un uomo. E la stessa strada potrebbe essere percorsa da altri personaggi.

  • ...
Thor Donna Natalie Portman Marvel

Natalie Portman regge in mano Mjolnir, il martello del Dio del tuono, e il temporale divampa sui social, dove alcuni fan della Marvel sembrano non aver gradito l'annuncio che il prossimo Thor sarà una donna: «Hollywood ha deciso di trasformare tutto al femminile ora?». No, non è Hollywood, è la Marvel che a un certo punto della sua storia si è trovata ad avere a che fare con un'imbarazzante carenza di diversità e ha deciso di porvi rimedio spostando gli equilibri di genere tra i suoi supereroi. Jane Foster ha tutto il diritto di essere Thor, lo è persino nei fumetti, dal 2014, dopo aver contratto il cancro e aver rifiutato di farsi curare con la magia di Asgard, dimostrandosi degna di sollevare Mjolnir. Così appare quantomai logico che Natalie Portman, che ha interpretato Jane Foster nei primi due film della saga, continui a farlo in questo nuovo capitolo perfettamente in linea col canone.

CAPTAIN MARVEL ERA UOMO

E non è l'unico caso. Capitan Marvel un tempo ero un uomo, o meglio, un agente segreto Kree sulla Terra. Solo dopo la morte di Mar-Vell, negli Anni 80, è diventato una donna, come seconda identità prima di Monica Rambeau e poi di Carol Danvers, così come l'abbiamo conosciuta al cinema interpretata da Brie Larson. L'evoluzione del personaggio di Captain Marvel è probabilmente il più emblematico dei casi di gender swap: un supereroe che muore e cede nome e poteri a una donna, che a sua volta diventa (per ammissione stessa del produttore Kevin Feige) il più potente personaggio dell'Universo cinematografico Marvel, protagonista di uno stand alone movie, dell'ultimo capitolo della saga degli Avengers, di un sequel tutto suo che arriverà dopo il 2021. Ora tocca a Jane Foster, finalmente protagonista in Thor: Love and Thunder, dopo essere stata poco più che il love interest del dio del tuono interpretato da Chris Hemsworth.

IN ARRIVO VEDOVA NERA

Non sarà l'unico progetto al femminile, dal momento che la casa di produzione ha già annunciato il film dedicato interamente a Vedova Nera. L'ex spia russa Natasha Romanoff sarà ancora interpretata da Scarlett Johansson nello stand alone che uscira l'1 maggio 2020. Quello di Vedova Nera è sempre apparso come un personaggio secondario negli Avengers, un eroe minore, nemmeno degno di avere una sua origin story, un film tutto per sé, come invece successo a Thor, Captain America, Hulk, Iron Man, persino Ant-Man, cinque personaggi che non a caso la precedono nella classifica per minutaggio dei supereroi Marvel. A proposito di Iron Man, la morte di Tony Stark in Endgame ha già aperto alle più varie ipotesi sulla sua successione. Qualcun altro tornerà a indossare quell'armatura? Sarà magari una donna come già successo nei fumetti con l'avvento della 15enne Riri Williams? Al momento non se ne hanno notizie, ma si rincorrono le voci di una Shuri pronta a prendere il posto di Tony Stark almeno nel ruolo di consigliera, mentore e geek di fiducia di Spider-Man. La sorella di Black Panther è un giovanissimo genio della tecnologia e secondo molti fan appare la più idonea a raccogliere l'eredità di Stark.

SPIDER-GWEN HA GIÀ DEBUTTATO

A proposito di Spider-Man, chissà quando Marvel si deciderà a dare ai personaggi femminili della saga un risalto simile a quello che nell'epoca più recente hanno avuto nei fumetti. In Un nuovo universo abbiamo già fatto la conoscenza con Spider-Gwen, l'alias super cool di Gwen Stacy arrivata da una dimensione parallela per aiutare Miles Morales a completare il suo apprendistato forzato da Uomo Ragno. Il film d'animazione premiato all'ultima edizione degli Oscar, però, è uscito sotto Sony e Columbia, non marchiato Disney, e non è inserito nell'universo cinematografico Marvel. Ma ora che Endgame ha aperto le porte del Multiverso, la sua introduzione è possibile anche nel mondo dei live action. Intanto il solco è già tracciato da anni nei fumetti, dove personaggi come Ghost Rider, Wolverine, Iron Man, e Black Panther hanno già debuttato in versione femminile. Di un film dedicato a She-Hulk si parla da tempo, ma ancora non è stato annunciato. Così come un Avengers tutto al femminile, sulla cui realizzazione si è iniziato a speculare a seguito della scena di Endgame in cui Okoye, Mantis, Shuri, Valchiria, Scarlet Witch e Pepper Potts in armatura appaiono schierate a sostegno di Captain Marvel. Un piccolo teaser per ciò che potrebbe arrivare?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso