24 Giugno Giu 2019 1553 24 giugno 2019

Lucrecia Martel presiederà la giuria di Venezia 76

Dopo Guillermo Del Toro nel 2018, è la volta di una donna argentina: è la più importante regista latino americana.

  • ...
Lucrecia Martel Festival Venezia 2019

È un nome femminile quello che dal 28 agosto al 7 settembre 2019 è stato scelto per presiedere la 76esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica della Biennale di Venezia: Lucrecia Martel, regista e sceneggiatrice argentina, talento della cinematografia latino americana (La Ceniaga, Zama, La donna senza testa) assegnerà il Leone d'oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, che ha fatto propria la proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera. Nel 2001 è uscito il suo primo lungometraggio intitolato La ciénaga che ha ottenuto diversi riconoscimenti a livello internazionale. La niña santa è stato presentato in concorso al 57º Festival di Cannes nel 2004 mentre La mujer sin cabeza è stato selezionato sempre a Cannes nel 2008.

Classe 1966, già in concorso a Cannes e Berlino, premiata dal Sundance ai Goya, la Martel, che recentemente ha diretto l'evento Icelandic con l'artista Bjork a Manhattan, nell'accettare la proposta ha dichiarato: «È un onore, una responsabilità e un piacere far parte di questa celebrazione del cinema, dell'immenso desiderio dell'umanità di capire se stessa». Sulla scelta della Martel, che succede a Guillermo Del Toro alla presidenza di giuria di Venezia, Alberto Barbera ha dichiarato: «Quattro lungometraggi e una manciata di corti, in poco meno di vent'anni, sono bastati a fare di Lucrecia Martel la più importante regista latino americana, e una delle maggiori al mondo. Nei suoi film, l'originalità della ricerca stilistica e il rigore della messa in scena sono al servizio di una visione del mondo esente da compromessi, dedita all'esplorazione dei misteri della sessualità femminile, delle dinamiche di gruppo e di classe. Le siamo grati per aver accettato con entusiasmo di mettere il suo sguardo esigente ma tutt'altro che privo di umanità al servizio dell'impegno che le viene richiesto». Nell'edizione 76 della Mostra saranno assegnati a Julie Andrews e Pedro Almodovar i premi alla carriera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso