18 Giugno Giu 2019 0842 18 giugno 2019

Perché accettiamo la violenza domestica secondo Big Little Lies

In attesa della nuova stagione, in onda in Italia dal 18 giugno 2019, abbiamo rivisto la puntata chiave della prima dove Celeste spiega perché non riesce a lasciare il marito abusante. 

  • ...
Big Little Lies 2 Violenza Domestica

Tra le serie tv (qui la nostra rubrica dedicata al tema) di maggior successo del 2018 c'è sicuramente Big Little Lies . Lo dice il gradimento del pubblico, ma anche i premi che ha raccolto. Su tutti gli otto Emmy a fronte delle 16 nomination. Tanto che la HBO ha fatto il bis con una seconda stagione il cui debutto in Italia è previsto il 18 giugno 2019 su Sky Atlantic. La serie racconta le storie di cinque diverse famiglie, storie tutte collegate tra loro. Uno dei personaggi principali è quello interpretato da Nicole Kidman: Celeste Wright, ex avvocata diventata poi casalinga che si trova in una relazione emotivamente, fisicamente e sessualmente abusante, una volta chiusa la porta della casa che divide col marito Perry. Perché quello che i loro conoscenti pensano essere un rapporto appassionato e ideale, è in realtà tossico: lui la manipola e la violenta. Per molti spettatori è difficile comprendere come Celeste, così forte e brillante, possa rimanere con un uomo del genere. Sono gli stessi motivi che spesso bloccano tante donne, come lei, vittime di abusi da parte del partner. L'episodio 5 della prima stagione è illuminante in questo senso. Il personaggio interpretato da Nicole Kidman partecipa alla sua prima seduta con la terapista senza Perry.

L'AMORE

La dottoressa Reisman non ci gira molto intorno e va diretta al problema: perché Celeste non lascia il marito? La donna, agitata dalla domanda, esclama: «Sono follemente innamorata di lui! Mi adora, mi tratta come una dea ... è un grande padre, faccio del grande sesso, ci facciamo ridere a vicenda». Perché la verità è che anche le relazioni abusive hanno i loro momenti felici, cosa che rende ancora più difficile vedere un partner violento per quello che è. E quando amore e abuso si intrecciano, diventa difficile decifrare i confini tra le due cose soprattutto per la vittima, rendendo ancora più difficile andarsene. «Non posso rinunciare a lui. Capisco perché agisce così: ha bisogno di me. Sono l'unica che può veramente aiutarlo», pensano tante donne che vivono una situazione simile a quella di Celeste. Le cose, però, non stanno così: non bisogna mai rimanere in una relazione contando sul fatto che l'altro cambi. Non è nostra responsabilità risolvere i problemi del partner (se ne deve occupare un consulente esperto). Infine, ricordiamecelo sempre, non siamo persone cattive se abbandoniamo una situazione malsana o violenta.

I FIGLI

Oltre all'amore, spesso subentra un altro fattore che ha un peso in qualsiasi tipo di separazione: i figli. E nel caso di una relazione abusante è ancora peggio. In Big little lies Perry è un padre molto coinvolto e apparentemente amorevole. Probabilmente Celeste non se la sente di mettere in gioco la stabilità dei suoi bambini. E per questo subisce il peso di tutti gli abusi. Ma, come si scopre segue la serie, anche i figli della coppia sono colpiti dalla violenza che vedono quotidianamente. Violenza che normalizzano per poi essere aggressivi verso i loro compagni di scuola. Per Celeste realizzare questa verità è un colpo pesantissimo perché l'ultima cosa che vorrebbe è vedere nei suoi figli i comportamenti malsani di Perry.

IL PASSATO INSIEME

«Siamo legati da tutto ciò che abbiamo passato insieme e staccarmi da Perry è come lacerarmi la carne», così parla, con le lacrime agli occhi, Celeste durante la seduta dalla dottoressa Reisman. In inglese utilizza il termine bound tra le cui definizioni c'è: «Costretta dalla legge, dalle circostanze o dal dovere». La parola viene utilizzata anche per indicare l'azione del legare qualcosa con la corda. E Celeste si sente proprio così. Impossibilitata a staccarsi. E questo vincolo con la storia condivisa non è una sensazione insolita per le persone in relazioni malsane e abusive. Primi appuntamenti, riunioni di famiglia, viaggi romantici, traslochi: tutti questi grandi eventi e momenti della vita gravano pesantemente sulle spalle di qualcuno che sta pensando di lasciare il proprio partner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso