12 Giugno Giu 2019 1644 12 giugno 2019

Kylie Jenner e il party di cattivo gusto a tema Handmaid’s Tale

L'influencer ha organizzato una festa ispirandosi alla serie tv Il racconto dell’ancella, dove le donne vengono violentate e costrette a fare figli per soddisfare i propri uomini. Un cattivo esempio che ha fatto discutere.

  • ...
Kylie Jenner Handmaids Tale Party Ancelle

Cosa succede se sei l'influencer più ricca del mondo e per gioco a una festa decidi di vestire i panni di una vittima di violenza? Comprensibilmente, il putiferio. Stiamo parlando della modella e imprenditrice statunitense Kylie Jenner, 21 anni, che nel week end ha deciso di dare un party in onore di una delle sue migliori amiche a tema Handmaid’s Tale, l'acclamata serie tv sul romanzo distopico del 1985 Il racconto dell'ancella, dell'autrice canadese Margaret Atwood. Il dress code era uguale a quello delle protagoniste: abito lungo rosso e volto semicoperto da un copricapo bianco. Il problema, per chi non lo sapesse, è che la serie racconta di un non lontano futuro nel quale l'America viene dominata da un regime teocratico dove le donne fertili vengono asservite agli uomini, violentate e costrette a partorire solo per assecondare le necessità riproduttive degli uomini: in questo mondo distopico le mogli sono vestite in blu, le domestiche, ovvero le donne non fertili, portano abiti verdi, mentre le ancelle sono appunte vestite di rosso. Come Jenner e le sue amiche. Non solo: all'evento gli invitati maschi erano chiamati con l’appellativo Commander (comandante), mentre le donne con il composto Of più il nome dell’accompagnatore (nella serie tv perdono il proprio nome, prendendone uno nuovo dall'uomo che le possiede).

UN ESEMPIO DA NON SEGUIRE

Un'idea e un dress code fortemente criticati e disapprovati dalla maggioranza degli utenti in Rete, come si può leggere nei commenti della sua pagina Instagram, dove Jenner conta la bellezza di oltre 900 mila follower: un pubblico enorme, fatto anche di tantissime adolescenti che la prendono ad esempio. E che non dovrebbero vedere la loro beniamina scherzare sulla violenza donne né vederla indossare con tanta leggerezza un abito diventato simbolo della lotta femminista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso