Me Too Times Up

#MeToo

6 Settembre Set 2018 0800 06 settembre 2018

"Mamma Mia! Ci Risiamo": il #MeToo regna nel cast

Le protagoniste del sequel, nei cinema in Italia il 6 settembre, si distinguono per il loro appoggio al movimento di denuncia. Da Meryl Streep a Amanda Seyfried: le storie.

  • ...
Mamma Mia Ci Risiamo Metoo

Dieci anni dopo Mamma Mia! il film che ha incassato oltre 600 milioni di dollari in tutto il mondo, torna nella magica isola greca di Kalokairi un nuovo musical basato sulle canzoni degli Abba. Mamma mia! Ci risiamo, in uscita nei cinema italiani il 6 settembre, segna il ritorno del cast originale affiancato da new entry come Lily James e Cher. Riprendono i loro ruoli di Mamma Mia! l'Oscar Meryl Streep nella parte di Donna. Julie Walters in quella di Rosie, Christine Baranski è Tanya. Amanda Seyfried e Dominic Cooper interpretano nuovamente Sophie e Sky, mentre Pierce Brosnan, Stellan Skarsgrd e l'Oscar Colin Firth tornano nei ruoli dei tre possibili padri di Sophie: Sam, Bill e Harry.

I TESTI DELLE CANZONI CAMBIATI

Il film è stato girato contemporaneamente all'esplosione dello scandalo Weinstein e i suoi effetti sono ben visibili. Addirittura i testi di alcuni dei grandi classici degli Abba sono stati modificati per non turbare la sensibilità del pubblico all'argomento molestie. La hit When I Kissed The Teacher, per esempio, è stata alterata per evitare qualsiasi riferimento a una relazione tra un uomo maturo e una studentessa giovane.

Le modifiche ai testi delle canzoni (DailyMail).

Il cast, in gran parte femminile, si è schierato in modo deciso a favore del #MeToo, il movimento di denuncia contro i soprusi e le molestie nel mondo del lavoro, particolarmente quello di Hollywood.

MERYL STREEP: IL RICHIAMO A MELANIA E IVANKA

La superstar del film, Meryl Streep, è sempre stata tra le più attive nella lotta per i pari diritti nel mondo del cinema, anche se qualcuno l'ha accusata di sapere quello che faceva Weinstein e di non aver detto nulla finché non è scoppiato il bubbone. L'attrice, che è arrivata a 21 nomination, non si è persa d'animo e ha invitato Melania e Ivanka Trump ad aderire a #MeToo. Intervistata sulla questione dal Nyt, la Streep ha dichiarato «che non sapeva niente del comportamento di Weinstein. Non voglio parlare del mio silenzio. Voglio parlare del silenzio di Melania Trump e di Ivanka. La loro parola avrebbe molto più peso della mia»

CHER: ATTIVA IN POLITICA

Altra grande ad aver scelto la via politica del dissenso contro gli abusi è stata Cher, che nel nuovo film recita la madre della protagonista nei flashback ambientati negli anni '70. La cantante è sempre stata attiva contro Trump, accusato da diverse donne di molestie, ma non per questo penalizzato dagli elettori. L'11 ottobre 2017, ha messo in luce questo paradosso su Twitter. Da allora è rimasta nel cuore di tutte le sostenitrici del movimento.

AMANDA SEYFRIED: «LA GENTE NON HA PIÙ PAURA»

Amanda Seyfried, che veste i panni della protagonista Sophie Sheridan, ha abbracciato in pieno e da subito la causa del #MeToo. E dal movimento si è sentita supportata, oltre che meno spaventata nel difendere le proprie cause. «La gente non ha più paura», ha dichiarato, «con #MeToo e #Time'sUp tutti si sentono più tranquilli a dire la verità senza temere le ripercussioni. Tutti vogliono mantenere il lavoro e la reputazione».

LILY JAMES: LA NEW ENTRY

Un'altra new entry del cast, anche la britannica Lily James appoggia apertamente il movimento di denuncia. «La solidarietà nata con il #MeToo mi ha dato una grande forza dopo un periodo abbastanza spaventoso per le donne nell'industria cinematografica», ha detto l'attrice al Sunday Telegraph ad aprile. Arrivata al successo con Cenerentola nel 2015, per la James è come se «ci fosse una sorta di consapevolezza comune sul fatto che tutti hanno subito qualche tipo di abuso o violenza e abbia fatto finta di niente. Che liberazione sapere che ora quelle esperienze possono essere raccontate e divulgate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso