14 Marzo Mar 2018 1655 14 marzo 2018

Le locandine sessiste dove le donne sono senza testa

Un trend grafico che ci dice molto su quale sia la considerazione che l'industria dei media nutre per le donne.

  • ...
Locandine Donne Senza Testa (4)

Manichini. Pezzi di carne. Frazioni di corpi. A giudicare da certe locandine, viene quasi da pensare che, se potesse, il mondo del cinema farebbe volentieri a meno delle donne. O, quantomeno, delle loro individualità. Non si spiega, altrimenti, perché migliaia di poster rappresentino figure femminili il cui volto è sempre celato, e delle quali vengono messi invece in risalto gli attributi più sessuali: il seno, le gambe, il sedere, le labbra. Donne come corpi e oggetti del desiderio, senza personalità definite, interscambiabili le une con le altre. Tutto, tranne che personaggi. Un trend grafico impossibile da trascurare, anche grazie alla pagina tumblr The Headless Women of Hollywood.

SENZA TESTA, SENZA CERVELLO

Il blog è stato aperto nel 2016 da Marcia Belsky, che tra le altre cose è anche co-autrice del musical tratto da The Handmaid's Tale. Il suo obiettivo era dimostrare come l'industria hollywoodiana (ma anche quella pubblicitaria) sia responsabile dell'oggettificazione della donna: «La testa è innanzitutto e soprattutto la parte pensante del corpo umano, là dove si trovano le nostre motivazioni e i nostri sentimenti. Così, queste immagini da cui siamo bombardati quotidianamente ci dicono costantemente che i pensieri, la volontà e i sentimenti delle donne o non esistono o non sono interessanti», scrive la blogger nella pagina in cui descrive il progetto.

NON È FINITA

A due anni di distanza dall'avvio, il progetto rimane purtroppo di grande attualità. Negli ultimi 24 mesi i casi di poster con donne senza testa continuano a verificarsi, persino per film come Wonder Woman, salutato da tutti (a torto o a ragione) come un simbolo del cinema femminista e di una nuova presa di coscienza collettiva delle donne giovani e meno giovani, che qualche mese dopo si sarebbero aggregate intorno ai movimenti #MeToo e #TimesUp. Nella gallery seguente, potete vedere alcuni esempi di locandine di donne senza testa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso