9 Ottobre Ott 2019 1831 09 ottobre 2019

L'alopecia è anche femminile, perché vergognarsi?

Olivia Bentley, star del reality show Made in Chelsea, perde i capelli a ciocche da quando ha 16 anni. Ha raccontato la sua esperienza a Cosmopolitan

  • ...
Alopecia Femminile Olivia Bentley

Made in Chelsea è un reality show inglese, che segue i rampolli di ricche famiglie britanniche nelle loro avventure quotidiane nel cuore di Londra. Non è molto conosciuto in Italia, vero, ma in ‘patria’ ha un discreto seguito. Tra le protagoniste dello show c’è la 24enne Olivia Bentley, una giovane donna che ha sperimentato sulla sua pelle il detto: «I soldi non fanno la felicità». Il motivo? Fin da piccola si è ritrovata a convivere con l’alopecia, malattia che ha portato alla perdita parziale dei suoi capelli.

CI CONVIVE DA OTTO ANNI

Come ha raccontato a Cosmopolitan, Olivia ha fatto ‘conoscenza’ con l’alopecia a 16 anni, durante una vacanza con la famiglia a Maiorca, quando pettinandosi uscita dalla doccia si accorse di avere un buco in mezzo ai capelli, ampio come una monetina. «Pensavo di averli tirati troppo mentre li legavo o che di notte quel ciuffo fosse rimasto impigliato da qualche parte», ma non era andata affatto in quel modo: «Poco dopo, i capelli iniziarono a cadermi a ciocche, mi rimanevano in mano così». Da quel momento, l’adolescenza di ‘Liv’ diventò più complicata, con numerose crisi di pianto a scuola. Quando la madre la portò da uno specialista, il dottore suggerì che potesse essere tutta colpa della pillola anticoncezionale che stava assumendo: un effetto collaterale a cui poche danno importanza.

«Un mio fidanzato arrivò a dirmi che non avrebbe mai fatto figli con me, perché ero calva», ha ricordato Olivia: «’Che bastardo!’ pensai, ma rimasi zitta: mi sentivo una merda. Ripensandoci, avrei fatto proprio bene a dirglielo». La star di Made in Chelsea ha ricordato come avesse sempre paura che i ragazzi le passassero le mani tra i capelli, scoprendo che usava le extension. Tra l’altro, si tratta anche di una mossa sciagurata, visto che stressano molto i capelli a cui sono attaccate. Non è un caso che da allora abbia adottato altre strategie: come parrucche, olii speciali, occhiali tatticamente tenuti in testa per coprire i buchi, tagli corti. «Il mio ragazzo (Digby Edgely, anche lui nello show, ndr) dice che preferisce le ragazze con i capelli corti. Non so se sia vero, ma mi ha fatto stare meglio».

PUÒ AVERE CAUSE DIVERSE

L’alopecia, nelle sue varie forme, è estremamente diffusa. La più comune, quella androgenetica (nota come calvizie), colpisce l’80% degli uomini e il 45% delle donne, in particolare dopo la menopausa. C’è poi l’alopecia areata: può coinvolgere anche ciglia e sopracciglia e, a differenza della calvizie, è una malattia autoimmune. Esiste anche, com’è noto, l’alopecia da chemioterapici, dovuta alle terapie farmacologiche antitumorali, mentre è meno conosciuta quella cicatriziale, conseguenza di malattie infiammatorie. E non bisogna dimenticare il telogen effluvium, che in campo medico indica una caduta di capelli molto intensa senza comparsa di chiazze glabre: è piuttosto comune dopo la gravidanza, a causa della cessazione dell'effetto protettivo degli estrogeni. Qualunque sia l’alopecia, la verità è una: ovvero che, nelle donne, è meno accettata che negli uomini, con tutte le negative ripercussioni psicologiche del caso. Come aveva già spiegato Olivia Bentley durante Made in Chelsea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso