27 Febbraio Feb 2019 2004 27 febbraio 2019

Il tumore al seno si cura anche con lo sport

Un'attività fisica regolare a intensità moderata riduce la mortalità del 24%. Ma poche persone rinunciano alla vita sedentaria. E tra i fattori decisivi c'è anche una corretta alimentazione.

  • ...
Tumore Al Seno Cure Sport

Fare sport riduce il rischio di mortalità per i tumori al seno e al colon retto di circa un quarto. Ma attenzione: bisogna farlo per almeno due ore e dieci minuti a settimana e ad intensità moderata. Questo porta a un calo della mortalità del 24% per il cancro della mammella e del 28% per l'ultima parte dell'intestino. Inoltre, l'esercizio fisico è uno dei rimedi migliori per ridurre i sintomi della fatigue, una delle più frequenti condizioni tra chi deve ricorrere alla chemioterapia. Ma quanto gli italiani seguono questi consigli legati allo stile di vita? Solo un italiano su tre è disposto ad abbandonare lo stile di vita sedentario.

LEGGI ANCHE: Tumore al seno, perché raccontarsi aiuta a guarire

ALIMENTAZIONE IMPORTANTE PER VIVERE BENE

Questa è la fotografia emersa nel corso del convegno nazionale "La qualità di vita in oncologia" promosso dalla Fondazione Insieme contro il cancro al Ministero della Salute. Per Francesco Cognetti, presidente della stessa Fondazione, «negli ultimi anni sono aumentate le diagnosi precoci e le terapie anti-cancro sono diventate più efficaci. Un problema clinico rilevante è non solo garantire ai pazienti la sopravvivenza, ma anche una buona, se non ottima, qualità di vita». È Cognetti a spiegare come in Italia ci siano 3 milioni di persone che vivono con un tumore e che «la sopravvivenza risulta in aumento». Paolo Marchetti, direttore dell'Oncologia medica B del Policlinico Umberto I di Roma ha spiegato come «durante e dopo le terapie» sia necessario «monitorare adeguatamente l'alimentazione». «Oltre l'80% dei pazienti però - ha aggiunto - non ha mai ricevuto una valutazione sul proprio stato nutrizionale».

LEGGI ANCHE: Le protesi al seno aumentano il rischio di tumore?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso