27 Giugno Giu 2019 0732 27 giugno 2019

Margaret Abbott, l'atleta che fece la storia senza saperlo

Prima campionessa olimpica statunitense, vinse nel 1900 a Parigi il torneo di golf femminile. Ignorando che fosse valido per i Giochi. Il New York Times ha ricostruito la sua storia.

  • ...
Margaret Abbott

Fu la prima donna statunitense a vincere un campionato olimpico. E morì senza sapere cosa avesse ottenuto. Il suo nome era Margaret Abbott. Vinse la gara di golf femminile ai Giochi del 1900 a Parigi. Come ha raccontato il New York Times, ricevette una ciotola di porcellana dorata, qualche menzione sui giornali e poi niente. Seconde Olimpiadi dell'era moderna, i Giochi del 1900 non videro cerimonie di apertura o chiusura. Caratterizzate da una pessima organizzazione, le gare erano poco più di un contorno rispetto a quella che era l'attrazione principale della città quell'anno: l'Esposizione Universale di Parigi.

I PRIMI GIOCHI OLIMPICI APERTI (IN PARTE) ALLE DONNE

«Le Olimpiadi del 1900 sono state un evento secondario», ha affermato Bill Mallon, uno storico olimpico. «Molti degli eventi erano considerati sport dimostrativi. È molto difficile dire cosa fosse uno sport olimpico e cosa non lo fosse». Furono anche le prime Olimpiadi in cui alle donne fu permesso di competere in alcune specialità: tennis, vela, equitazione, croquet e, appunto, golf. Abbott pensava di partecipare a un piccolo torneo autonomo, a Compiègne, circa 50 miglia a Nord di Parigi. Si trovava lì perché giocava a golf ed era in Francia. Non sapeva che la competizione a cui stava prendendo parte rientrava nel programma dei Giochi olimpici. Quando morì, a 76 anni, nel giugno del 1955, a Greenwich, nel Connecticut, Abbott ignorava ancora di essere stata la prima campionessa femminile olimpica degli Stati Uniti. Solo sul finire del XX secolo, la storica delle atlete femminili alle Olimpiadi Paula D. Welch rimise assieme i pezzi del puzzle. Accadde mentre studiava la tesi di dottorato sulle donne americane ai Giochi olimpici. Fu allora che Welch si imbatté in fugaci riferimenti ad Abbott. «Dissi a me stessa "Scoprirò di più su di lei"», ha ricordato, citata dal New York Times. «Mi ci sono voluti 10 anni».

GLI INIZI AL CHICAGO GOLF CLUB E LE VITTORIE IN FRANCIA

Nata il 15 giugno 1878 a Calcutta, in India, Margaret Abbott si trasferì dopo la morte del padre, con sua madre e i suoi fratelli, prima a Boston e poi nell'Illinois. Al Chicago Golf Club mosse i primi passi sul green. Iniziando presto a vincere tornei locali. Nel 1899, Margaret Abbott e sua madre Mary, scrittrice di un certo livello, si recarono a Parigi: lì la ragazza venne a sapere del torneo di Compiègne, trovandosi alle Olimpiadi a sua insaputa. Il 4 ottobre, Margaret Abbott gareggiò in un torneo a nove buche. Sul green si sfidarono 10 donne francesi e statunitensi in gonne lunghe e cappelli alla moda. Tra loro anche Mary Abbott, che arrivò settima. Questo resta l'unico caso di madre e figlia statunitensi che hanno gareggiato nello stesso evento agli stessi Giochi. In seguito, Abbott vinse anche un campionato francese prima di tornare negli Stati Uniti nel 1901. L'anno successivo sposò il famoso giornalista Finley Peter Dunne. I due ebbero una figlia e tre figli, tra cui Philip Dunne, che divenne un celebre sceneggiatore. Fu lui, a metà degli Anni 80, a ricevere la telefonata di Welch. Che lo informò di quello che sua madre aveva fatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso