15 Aprile Apr 2019 1622 15 aprile 2019

Tiera Fletcher, l'ingegnera che spedirà l'uomo su Luna e Marte

A 24 anni ha progettato l'hardware per il più grande razzo NASA mai creato per portare gli umani sul pianeta rosso. In quanto donna e afroamericana ha subito discriminazioni ma non si è mai arresa.

  • ...
Tiera Guinn Fletcher

Mentre la maggior parte dei suoi coetanei, quando era bambina, pensava a giocare e disegnare, lei stava già immaginando di costruire razzi. Oggi è una giovane donna, ha 24 anni, e sta per mandare uomini nientemeno che su Marte. Tiera Guinn Fletcher, nata in Georgia, è un ingegnera spaziale e si sta facendo largo con successo in un mondo dominato dai maschi mostrando alle ragazze come spingersi oltre al confine che il nostro mondo di stampo patriarcale ci impone. Laureata al Massachusetts Institute of Technology nel 2017, come studentessa ha lavorato part-time presso The Boeing Company, progettando e analizzando l'hardware per il più grande razzo NASA mai creato per portare gli umani su Marte. E così, dietro al «il più potente sistema di lancio mai realizzato», che darà la spinta Orion, la capsula con gli astronauti che torneranno sulla Luna dopo 55 anni, c’è anche Tiera, che si è innamorata dell'ingegneria aerospaziale a soli 11 anni.

GIOVANE, DONNA E NERA: «NO, NON È STATO FACILE»

Considerata una delle giovani promesse dell'ingegneria, è stata premiata anche per il suo impegno nell'incoraggiare le donne a inseguire i propri sogni. Anche se la strada non è sempre lineare, come ha spiegato in un'intervista a Repubblica: «Come giovane, donna e afroamericana sono tre volte in minoranza, quindi sì, posso dire di aver subito discriminazioni. Anche se si è trattato per lo più di discriminazioni velate. Non esplicite, ma presenti. A volte mi hanno esclusa dalle riunioni e ho dovuto ripetutamente provare di essere competente. Quando mi incontrano per la prima volta, in molti pensano: non sa quel che sta dicendo. Ma mi sono fatta scivolare tutto addosso e ho lasciato parlare il mio lavoro perché questo è ciò che conta». Tiera ha confessato che non è stato per niente facile: «Ho faticato a liberarmi dal pensiero di non essere intelligente abbastanza, o brava abbastanza. Il primo passo verso il successo è credere in se stessi. Sembra banale, eppure non lo è affatto».

NEO MAMMA IN CARRIERA

Dopo il college Tiera è andata a lavorare a New Orleans dove lo Space Launch System, il razzo più grande e potente del mondo viene costruito, e oggi segue il processo di manifattura, assicurandosi che i tecnici mettano ogni cosa al posto giusto. È la più giovane del suo team. Ma la carriera non è l'unico aspetto della sua vita: nel 2018, a soli 23 anni, si è sposata con un altro ingegnere aerospaziale, il suo ex compagno di college Myron Fletcher, che lavora per Boeing come lei, e insieme sono diventati genitori di un bimbo. Curiosità: marito e moglie hanno un profilo di coppia su Twitter. Il 12 aprile Tiera ha partecipato al Festival delle Scienze di Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso