20 Novembre Nov 2018 1153 20 novembre 2018

Chi è Cicely Tyson, vincitrice dell'Oscar alla carriera

È la prima attrice afroamericana a ottenere la prestigiosa statuetta. Il segnale di un cambiamento a Hollywood, accusata di snobbare gli attori di colore.

  • ...
cicely-tyson-oscar

La sera del 18 novembre un'attrice afroamericana ha potuto finalmente stringere fra le mani l'Oscar, la celebre statuetta sognata dagli interpreti di Hollywood. A ricevere il premio alla carriera è stata Cicely Tyson, 94 anni e oltre 60 trascorsi sullo schermo. È lei la prima donna di colore a ottenere questo riconoscimento, durante la cerimonia che anticipa di qualche mese la celebrazione ufficiale.

UNA CARRIERA INIZIATA PER CASO

Figlia di una cameriera e di un muratore emigrati dai Caraibi, l'attrice ha trascorso l'infanzia ad Harlem, il quartiere newyorchese abitato prevalentemente da afroamericani. Proprio qui fu notata da un fotografo che lavorava per la rivista Ebony, dedicata alle bellezze black, che le propose di posare per lui. Così iniziò la sua carriera nel mondo della moda. Nel 1950, invece, è arrivato l'esordio in tv, nella serie della NBS Frontieres of faith, mentre nel 1956 ha debuttato al cinema con il film Carib gold.

IL SUCCESSO DA SOUNDER A HOUSE OF CARDS

Bisogna attendere, però, il 1972 per la consacrazione definitiva sul grande schermo con l'interpretazione del film di Martin Ritt Sounder, incentrato sulle peripezie di una famiglia di mezzadri di colore, i Morgan, nella Louisania del 1933. Tyson è Rebecca, la moglie del protagonista, che si batte per far liberare il marito, condotto in un campo di prigionia. Per questa pellicola, l'anno successivo, ha ricevuto due nomination come migliore attrice protagonista, agli Oscar e ai Golden Globes, mentre ha vinto il premio, della stessa categoria, ai National Board of Review Award e ai Kansas City Film Critics Circle Award. È iniziato così un successo innarrestabile, costellato da numerosi e memorabili lungometraggi: come L'autobiografia di miss Jane Pittman - per cui ha vinto un Primetime Emmy Award come migliore attrice protagonista - il cult Pomodori verdi fritti del 1991 e il più recente The help, con al suo fianco l'attrice nera Viola Davis, che affronta il tema della segregazione razziale nel Mississippi del 1963. Oltre al trionfo al cinema e in tv, Tyson è stata apprezzata anche a teatro: nel giugno 2013 ha vinto un Tony Award come miglior attrice in una commedia, per la sua interpretazione nell'opera The trip to Bountiful. Negli ultimi anni è tornata sul piccolo schermo recitando nelle famose serie Le regole del delitto perfetto e House of cards.

SIMBOLO DELL'ORGOGLIO BLACK PREMIATO DA OBAMA

Tyson ha sempre difeso con orgoglio le sue origini afroamericane e si è distinta per l'impegno verso il riconoscimento dei diritti delle donne e della comunità nera. La sua partecipazioni ad attività di inclusione sociale le ha fatto guadagnare, nel 1982, il Women in Film Crystal Award, premio assegnato alle donne che, grazie all'impegno e all'eccellenza dei loro lavori, hanno contribuito a espandere il ruolo femminile nel mondo dell'intrattenimento. Nel 1988 la National Coalition of 100 Black Women le ha conferito il Candace Award, premio assegnato alle persone di colore che si sono distinte in un determinato settore. Per il suo sostegno ai diritti civili l'attrice ha ottenuto la Medaglia Spingarn nel 2010, e nel 2014 l'ex presidente Usa Barack Obama le ha addirittura consegnato la Presidential Medal of Freedom, la massima decorazione degli Stati Uniti. Ora a quattro anni di distanza la comunità afroamericana festeggia anche il suo Oscar alla carriera; segno di un'Hollywood pronta a cambiare, dopo le pesanti accuse di razzismo degli scorsi anni e gli attacchi agli organizzatori della cerimonia, colpevoli di privilegiare gli artisti bianchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso