29 Ottobre Ott 2018 1640 29 ottobre 2018

Chi era Pierina Tavani, la staffetta partigiana della Val d'Arda

È morta a 92 anni, Stella (questo il suo nome di battaglia). Nel '44 era stata catturata dalle Brigate Nere, ma non rivelò mai cosa c'era nei biglietti che portava con la sua bicicletta.

  • ...
Pierina Tavani

Il suo nome di battaglia era Stella, perchè era «come la stella polare» durante gli anni della guerra, quando in sella alla sua bici pedalava per 8 ore, avanti e indietro, lungo tutta la Val d'Arda, per portare armi e messaggi ai suoi compagni. Stella era una staffetta partigiana nella 62esima Brigata Garibaldi "L. Evangelisti", e il suo nome di battesimo era Pierina Tavani. Dopo la fine della guerra non si sposò mai, e ha vissuto nella sua Caorso fino al 23 ottobre, quando è morta, a 92 anni.

I 18 ANNI NELLA VILLA DELLE TORTURE

Pierina nacque l'8 agosto del 1926 e trascorse la sua infanzia nella Bassa Val d'Arda, con il fratello Giovanni, anche lui partigiano, conosciuto come il Tasso. Giovanni morì in un incidente stradale nell'ottobre del '44, solo pochi mesi dopo la cattura di Stella da parte delle Brigate Nere. Appena 18enne, infatti, la staffetta aveva incontrato sulla sua strada la milizia fascista della Repubblica Sociale Italiana: «Non mi torturatono, picchiarono, quello sì, tutte le sere», aveva raccontato spesso Pierina e spiegava, con orgoglio, di essere stata più furba dei suoi aguzzini, «Non dissi nulla. Non avevo mai voluto sapere il contenuto dei messaggi che portavo, così non rischiavo poi di dirli».

Nonostante la voce roca – un po' per l'età, un po' per le sigarette – aveva deciso di diventare testimone, di fronte ai giovani, di una pagina della storia d'Italia, e lo faceva senza mai perdere un filo di ironia: «Ho fatto il ballo delle debuttanti daavvero, là dentro», raccontava alle scolaresche parlando del periodo passato nella 'villa delle torture' fascista, dove compì 18 anni.

Pierina 'Stella' Tavani con il partigiano Armando Cattadori.

UNA VITA DA FILM

Proprio alla vita di Pierina si è ispirata Roberta Biagiarelli, l'attrice che nel 2006 portò in scena al teatro di Fiorenzuola lo spettacolo Resistenti - Leva Militare '926 insieme a Francesco Niccolini. Lo stesso testo che è stato usato per la sceneggiatura del film di Andrea Dalpian La neve di giugno. Questa non è, però, l'unica pellicola dedicata alle memorie di Pierina, anche Andrea Canepari e Francesco Barbieri usarono la vita di Stella per il loro Noi siamo chissà quando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso