8 Ottobre Ott 2018 1849 08 ottobre 2018

Chi è la nuova portavoce di Tria di Adriana Cerretelli

Editorialista del Sole 24 Ore, per il quale è stata corrispondente da Bruxelles per oltre 20 anni, è stata scelta per affiancare il ministro a  partire dal 9 ottobre.

  • ...
Adriana Cerretelli Portavoce Tria

Nel periodo più tormentato della sua prima esperienza da ministro, Giovanni Tria ha cambiato il suo braccio destro. A partire dal 9 ottobre Adriana Cerretelli è destinata ad assumere l'incarico di portavoce del ministro dell'Economia. Ad annunciarlo è stata una nota del Mef, nella quale si precisa che Cerretelli ha costruito a Bruxelles la sua carriera giornalistica, seguendo da vicino le dinamiche dell'integrazione europea: dalla nascita del mercato unico a quelle della moneta unica, dalla grande crisi finanziaria e debitoria scoppiata nel 2008 alle riforme del Fiscal compact e dell'unione bancaria fino alle nuove riforme in cantiere per rafforzare l'euro e renderlo più resiliente agli choc esterni.

IMPEGNO A FAVORE DI UN'EUROPA DA RIDISEGNARE

«Tutto questo», si legge, «con l'occhio sempre attento sia al ruolo dell'Italia nell'Unione, sia alla politica europea nel suo complesso, sia ai nuovi scenari (in crisi) dell'integrazione in una difficile fase di passaggio come l'attuale. La scelta del ministro Tria è caduta sulla persona di Adriana Cerretelli proprio per questo suo profilo professionale e per l'impegno da lei profuso negli anni a favore di un'Europa da ridisegnare per riavvicinarsi ai cittadini e per affrontare al meglio le sfide a livello globale».

PER OLTRE 20 ANNI CORRISPONDENTE DA BRUXELLES

Editorialista del Sole 24 Ore, Cerretelli è stata per 20 anni responsabile dell’ufficio di corrispondenza del quotidiano da Bruxelles. Insegna all’università Cattolica del Sacro cuore di Milano. Oltre a diversi saggi pubblicati su varie riviste, insieme al collega Ugo Piccione ha scritto il libro L’Europa contro se stessa pubblicato dal Sole 24 Ore. Ha vinto diversi premi giornalistici in Italia: tra questi il Premiolino, il Lingotto, i premi Motta e Pella. Le è stato anche riconosciuto il premio giornalistico del parlamento europeo, assegnato da una giuria internazionale composta dai direttori di Le Monde, El Pais, la Frankfurther Algemeine Zeitung e Guardian.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso