Giudici X Factor

X Factor

7 Settembre Set 2018 1546 07 settembre 2018 Aggiornato il 25 ottobre 2018

Chi è Martina Attili, la cantante di 'Cherofobia' a X Factor 2018

Romana e studentessa di cantautorato, la 17enne ha conquistato pubblico e giuria con un inedito sulla paura di essere felice.

  • ...
Martina Attili

Oltre alle proteste del pubblico contro l'esclusione di Asia Argento dai live, il cui ritorno nella giuria del programma è stato reclamato a gran voce sui social, a rubare la scena nel percorso di selezioni di X Factor 2018 è stata, senza dubbio, la giovanissima Martina Attili. Che ha strappato l'ovazione di spettatori e giuria con Cherofobia, una canzone sulla lotta contro la paura di essere felici.

CHI È MARTINA ATTILI

Originaria di Roma, appena 17enne e impegnata a studiare da cantautrice, nonostante la giovane età, Martina può già dire di aver tagliato un bel po' di traguardi. Appassionata, eclettica e versatile, negli anni ha coltivato un amore per l'arte a tutto tondo, dedicandosi, oltre al canto, anche alla danza e alla recitazione, con qualche piccolo ruolo da comparsa nella celebre fiction di Rai Uno Un medico in famiglia. Ma la musica è sempre rimasta la sua ambizione principale. Un amore che le ha regalato anche diversi riconoscimenti pubblici: con il brano intitolato Un incubo ogni giorno, nel 2017 ha vinto il Premio Piero Calabrese e la possibilità di partecipare a Area Sanremo, concorso canoro nel quale vengono selezionati alcuni dei partecipanti a Sanremo Giovani. E, alla fine, è riuscita ad arrivare anche alle audizioni di X Factor, esperienza che le ha regalato, oltre ai quattro «sì» di Fedez, Maionchi, Agnelli e Argento, anche gli applausi e gli occhi emozionati del grande pubblico. Un piccolo traguardo che sembra aspettare fin da quando era in prima media e affidava al suo profilo Facebook tutti i suoi sogni.

Martina Attili, 11 anni, prima media: Diventerò famosa. Me lo sento. Le persone mi amerannno. Sarò l'idolo della maggior...

Geplaatst door Martina Attili op Dinsdag 4 september 2018

I SOCIAL COME UN DIARIO

Scorrendo i post pubblicati sui suoi social, si capiscono tante cose sulla giovane cantautrice che tanti hanno definito «un curioso ibrido tra la delicatezza di Francesca Michielin e la scrittura di Calcutta». Il suo profilo Facebook personale è un contenitore di foto, pensieri sparsi e tanta, tantissima musica. Tra una citazione di Charles Bukowski e una di John Lennon, la ragazza ha anche avuto la curiosa idea di crearsi un hashtag personalizzato: #attilinapower. Di cui lei stessa ha spiegato il curioso significato: «L'attilinapower è un fantastico potere di cui sono dotate tutte le persone senza saperlo: il poter scegliere di essere felici; avere così tanta determinazione da riuscire a realizzare tutti i propri sogni». Nei video delle improvvisazioni che carica sul web, fatte in casa o sul palco, la sua voce è il giusto equilibrio tra la potenza di un'artista già sicura di sé e la dolcezza malinconica di un adolescente determinata a lavorare per un sogno. E la sua scrittura rivela una maturità che va oltre l'età anagrafica: i suoi testi risentono delle influenze del cantautorato italiano d'annata ma anche degli slanci della nuova scena musicale indie. Come dimostrato dalla sua Cherofobia, già sulle bocche e nelle orecchie di tutti dopo le audition.

Cherofobia, 2015-2016. Come te la spiego la paura di essere felici Quando non l'hanno capita nemmeno i miei amici? Mi dicono di stare calma quando serve Mi portano del latte caldo E delle coperte Ed è proprio quando stanno a parlare Che vorrei gridare 'grazie a tutti, ora potete andare' Ma resto qui A guardare un film. Come te la spiego tutta la pazienza Che ci metto? Ma non riesco a vivere senza Qualcosa che mi opprime Che mi indichi la fine Perché ho un cervello che è strafatto di spine Ed il mio cuore è come un fiore Crede ancora nel bene Non sa che i petali Cadranno tutti insieme Sarà in quel momento che vorrà scoppiare Mi griderà di smetterla di amare. Questa è la mia Cherofobia No non è negatività Questa è la mia Cherofobia Fa paura la felicità Questa è la mia cherofobia Ma tu resta. Come lo spiego quando nessuno ti capisce, Quando niente ti ferisce? L'indifferenza più totale Verso la forma astrale del male Abbiamo stretto un rapporto speciale E provo a raccontarlo in ogni canzone Ma la gente pensa sempre Parli di altre persone 'Ma come tu così carina, con la faccia da bambina, con la voce da piccina... ' Ma la bambina è cresciuta troppo in fretta Tra i muri di una cameretta In cui ha iniziato a stare stretta E ogni volta che qualcosa va come dovrebbe andare Penso di non potercela fare E cerco ogni forma di dolore Mischiata al sangue col sudore E sento il respiro che manca E sento l'ansia che avanza Fatemi uscire da questa benedetta stanza. Questa è la mia Cherofobia No non è negatività Questa è la mia Cherofobia Fa paura la felicità Questa è la mia cherofobia Ma tu resta. Dirti che staremo insieme , Dirti che staremo bene, Dirti che è così che andrà. Dirti che staremo insieme, Dirti io non starò bene Sento l'ansia fin da qua. #attilinapower#cherofobia#countdown#sing#love

L'ENTUSIASMO SU INSTAGRAM

Dopo la sua esibizione a X Factor, il suo profilo Instagram è arrivato a più di 16 mila follower. E ancora ai social, Martina ha affidato tutto lo stupore per l'inaspettato successo che l'ha travolta: «Sono dannatamente felice, me lo merito. Ognuno di noi se lo merita. La felicità è un diritto e sta a noi reclamarla [...]. Io non sono più cherofobica e questo è tutto merito vostro». E se dopo le audizioni, la cantautrice romana è riuscita a portare a casa l'amore di tanti nuovi fan e il piacere di sentirsi dire da Fedez di «aver paura di non riuscire a trovare nessuno di più bravo di lei su quel palco», il viaggio che dai Bootcamp l'ha portata agli Home Visit e, infine ai Live potrebbe regalarle ancora tante, nuove soddisfazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso