13 Agosto Ago 2018 1733 13 agosto 2018 Aggiornato il 15 agosto 2018

Chi è Ilhan Omar, la prima cittadina somala in corsa per il Congresso

Vissuta per quattro anni in un campo profughi, arrivò negli Usa nel 1995. Ritratto della candidata democratica che potrebbe affiancare Rashida Tlaib come prima musulmana eletta in parlamento.

  • ...
Ilhan Omar

La corsa verso le elezioni di metà mandato che si terranno negli Stati Uniti il 6 novembre ha già riservato diverse sorprese. L'ingresso di Donald Trump alla Casa Bianca di due anni fa ha dato una scossa alla società civile americana. In particolare convincendo le minoranze a impegnarsi pubblicamente. Non solo. L'avvento alla presidenza del tycoon ha portato sempre più donne a candidarsi e a vincere. In questo senso sono state emblematiche le storie di Alexandria Ocasio-Cortez e soprattutto quella di Rashida Tlaib, che con ogni probabilità diventerà la prima deputata musulmana del Congresso. Ma Rashida potrebbe non essere sola. Il 14 agosto infatti nelle primarie in Minnesota, ha ottenuto la candidatura Ilhan Omar.

OSPITE PER QUATTRO ANNI IN UN CAMPO PROFUGHI

Forse più della collega del Michigan, la storia di Ilhan Omar appare emblematica se confrontata con l'America di Trump e le politiche migratorie del presidente. Omar è una cittadina americana con il passaporto somalo. La sua storia parte da lontano quando nei primi Anni '90 lei e la famiglia sono stati costretti a lasciare la Somalia per lo scoppio della guerra civile. Dopo la fuga la famiglia Omar ha trovato riparo in un campo profughi in Kenya dove è rimasta per quattro anni prima del viaggio della speranza negli Stati Uniti.

PRIMA MUSULMANA AD ESSERE ELETTA NEL IN MINNESOTA

Nel 1995 la famiglia è arrivata in un primo momento ad Arlington, in Virginia, salvo poi trasferirsi a Minneapolis dove esiste una grande e fiorente comunità di migranti somali. Incoraggiata dalla famiglia sull'importanza della democrazia e della partecipazione si è laureata alla North Dakota State University in Scienze politiche e studi internazionali. Nel 2016 ha fatto la storia della sua comunità diventando la prima donna di origine somala ad essere eletta nel parlamento statale del Minnesota.

SUPERATE LE PRIMARIE POTREBBE ARRIVARE AL CONGRESSO

Due anni dopo ha deciso di riprovare questa volta alzando la posta e correndo per il Congresso. Ironicamente Omar, in caso di vittoria, andrebbe a sostituire Keith Ellison, che fu uno dei primi musulmani ad essere eletti. Per lei la corsa più difficile è rappresentata proprio dalle primarie di partito, perché il quinto distretto, dov'è candidata, è classificato come D+26, ovvero saldamente in mano ai democratici. Per questo l'eventuale elezione di novembre sarebbe solo una formalità.

GLI ENDORSEMENT DI PESO DEL GOVERNATORE E ALEXANDRIA OCASIO

Sul suo cammino c'è un'altra candidata con un passato simile, la senatrice statale Patricia Torres Ray. Ma soprattutto Margaret Anderson Kelliher, una politica democratica di lunga data con una lunga esperienza nella Camera statale e che nel 2010 sfiorò la nomination a governatore. Ilhan Omar può comunque contare su endorsement di peso come quello del governatore del Minnesota, Mark Dayton e quello di Alexandria Ocasio-Cortez, la candidata dem per il 14esimo distretto di New York.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso