10 Gennaio Gen 2019 2225 10 gennaio 2019

Lorella Zanardo: «Non facciamoci "fragilizzare" da uomini come Moix»

L'attivista de Il corpo delle donne sul caso dello scrittore francese che snobba le 50enni: «Non bisogna offendersi, ma ripagare con la stessa moneta».

  • ...
Lorella Zanardo Yann Moix Donne

La Francia del dopo #Metoo si scatena e non perdona Yann Moix, lo scrittore che ha candidamente confidato a Marie-Claire di «non riuscire ad amare a 50 anni una donna di 50 anni. Troppo vecchia». Perché? Ancora più candido: «Un corpo di donna di 25 anni è straordinario. Il corpo di una donna di 50 anni non lo è affatto». Lo scrittore non prova disgusto, semplicemente «Non mi verrebbe nemmeno in testa», spiega: «Per me sono invisibili. Preferisco il corpo delle donne giovani, tutto qui». Affermazioni che hanno suscitato scalpore e polemica in tutto il mondo, con molte donne che hanno accusato lo scrittore di sessismo e molte altre che si sono sentite offese dalla cafonaggine del personaggio. Ma secondo Lorella Zanardo, attivista, docente, scrittrice, autrice del documentario Il corpo delle donne, il problema sta proprio nella percezione (sbagliata) che le donne hanno della sessualità maschile e di quella femminile.

RISPONDERE CON LA STESSA MONETA A MOIX

«Se vogliamo discutere mettendo da parte l'ipocrisia: se si è in cerca di un rapporto strettamente sessuale, è indubbio che, in generale è più performante un corpo di una ragazza rispetto a quello di una donna in menopausa», ha scritto la Zanardo in un post sulla pagina Facebook del Corpo delle donne, «il problema è come questa dichiarazione abbia offeso migliaia di Donne, che ancora si fanno 'fragilizzare' da dichiarazioni maschili. Il punto è: perché ci si sente offese e indebolite da dichiarazioni maschili di questo tipo, considerando che il tipo in questione afferma la verità? Perché invece non rispondere con calma olimpica, ciò che ho sempre pensato e cioè "Caro ti capisco. Anch'io preferisco Brad Pitt a 25 anni rispetto ad un cinquantenne con i glutei flosci, la pancetta e la calvizie incipiente"». Secondo l'autrice, la risposta è attribuibile alla mancata emancipazione delle donne quando si parla di relazioni sessuali. «Perché non ci si prende questa libertà? Io credo perché in molte, non tutte ma molte, ancora credono che gli uomini hanno diritto ad affermare il loro desiderio sessuale anche a 50 anni e più, mentre una donna no. Stereotipo duro a morire, per il quale possiamo incolpare solo noi stesse», è la convinzione della Zanardo.

EMANCIPARSI Qui nella foto un bel ragazzo ( non importa che sia Brad Pitt ). Torace muscoloso il giusto, pettorali ben...

Geplaatst door Il corpo delle donne op Donderdag 10 januari 2019

Diverso il discorso se dal sesso passiamo all'eros. Nel rapporto erotico, continua l'attivista, il corpo assume un'importanza diversa, pur restandone il fulcro. «Nel rapporto erotico il corpo ampia il suo significato e comprende molto altro di noi e del nostro partner. Ma la relazione erotica non è per tutti né per tutte: prevede capacità di ascolto dell'Altra, dell'Altro», conclude, «e allora di un Uomo capace di relazione, non ci accorgiamo quasi dei glutei o dei bicipiti tale è potente il suo saperci risvegliare e il suo sapiente costruire una relazione erotica. In questa epoca dove spesso la molteplicità dei sensi si appiattisce su quello unico ed imperante della vista, i corpi lucidi, perfetti levigati, ne escono vincitori. Spesso gli uomini attempati che affermano di volere solo corpi giovanissimi e durissimi sono alla ricerca di tutto fuorchè di relazione di vero eros. E che ce ne facciamo?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso