26 Agosto Ago 2019 1804 26 agosto 2019

La lettera delle donne a Mattarella per un governo paritario

Lo chiedono le firmatarie di un documento per un esecutivo di svolta, tra cui Anna Falcone e Silvia Prodi. «Siamo stanche di essere l'eccezione o di ricoprire ruoli 'solo' per garantire la parità di genere».

  • ...
Governo Mattarella Appello Donne

Come sempre, come in queste ore critiche, a decidere del futuro del nostro Paese sono soltanto loro, gli uomini. Così un gruppo di donne ha lanciato un appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella affinché formi un «#governodisvolta paritario e di alto profilo che valorizzi le competenze e il ruolo politico e democratico delle #DONNE». Lo chiedono le firmatarie di un documento per un governo di svolta nel quale le donne abbiano un ruolo chiave. «Stiamo seguendo con apprensione e attenzione l'evolversi della situazione politica. Lo stiamo facendo - spiegano le sottoscrittrici - ormai da mesi come donne impegnate politicamente e siamo convinte che sia necessario dare al nostro Paese un governo stabile che segni una netta discontinuità col recente passato. Un governo che garantisca la tenuta democratica del nostro Paese e una radicale conversione ecologica per affrontare l'emergenza climatica. Un governo che metta al centro la questione ambientale, sociale ed economica. Un governo che dica con chiarezza che la laicità dello Stato, il riconoscimento di diritti sociali e civili per tutti e tutte, l'autodeterminazione della donna siano punti fermi su cui mettere in atto una seria azione politica e culturale».

«Un governo», prosegue l'appello, «che sia anche lo specchio della nostra società, in cui le donne hanno sempre più un ruolo determinante. Siamo stanche di essere l'eccezione o di ricoprire ruoli 'solo' per garantire la parità di genere. Vogliamo assumerci la responsabilità di gestire posizioni chiave per portare avanti le politiche di cui questo Paese ha bisogno. Chiediamo pertanto al Presidente della Repubblica di farsi garante di un governo paritario e di alto profilo, che valorizzi le competenze e il ruolo politico e democratico delle donne». Seguono, in ordine alfabetico, le firme di Chiara Bertogalli, Fatou Boro Lo, Beatrice Brignone, Eleonora Cirant, Annalisa Corrado, Cristina Da Milano, Monica Di Sisto, Anna Falcone, Anna Chiara Forte, Marilena Grassadonia, Francesca Koch, Elena Mazzoni, Rossella Muroni, Serena Pellegrino, Patrizia Pozzo, Silvia Prodi e Viviana Valastro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso