20 Giugno Giu 2019 1654 20 giugno 2019

Matteo Salvini invoca la sterilizzazione per una donna rom

L'assurda proposta del ministro dopo che una borseggiatrice seriale è stata scarcerata perché incinta per l'ennesima volta. Il Pd replica: «La giustizia non è barbarie».

  • ...
Matteo Salvini Ladra Rom Sterilizzazione

«Questa maledetta ladra in carcere per 30 anni, messa in condizione di non avere più figli, e i suoi poveri bimbi dati in adozione a famiglie perbene. Punto»: lo aveva scritto sui social il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini riferendosi alla notizia di una donna nomade di origine bosniaca, di 33 anni, arrestata a Roma per un furto ai danni di una anziana turista peruviana in sedia a rotelle e rimessa in libertà perchè incinta. La donna è già madre di dieci figli e dovrebbe scontare un cumulo di pena pari a 25 anni di reclusione ma le continue gravidanze fanno scattare il differimento della pena. Il 30 maggio era stata accompagnata dai carabinieri al carcere di Rebibbia per scontare l'intera condanna, ma la bosniaca era stata scarcerata per il suo stato interessante. Ed è subito tornata a delinquere. Assolutamente condannabile la condotta delle borseggiatrice seriale, nulla da dire, ma invocare la sterilizzazione di una donna nel 2019 per impedire che commetta reati è stupido oltre che grave e offensivo (e ricordiamoci che questo è solo l'ennesimo caso in cui la Lega vuole decidere del corpo delle donne). Così come è assurdo pensare alla castrazione chimica come soluzione per evitare gli stupri e risolvere la piaga della violenza maschile.

Questa maledetta ladra in carcere per trent’anni, messa in condizione di non avere più figli, e i suoi poveri bimbi dati in adozione a famiglie perbene. Punto.

Geplaatst door Matteo Salvini op Dinsdag 18 juni 2019

E dopo centinaia di critiche nei confronti dell'uscita di Salvini, lui è tornato all'attacco: «Questa ladra senza scrupoli fa figli solo per non essere arrestata e le anime belle della sinistra attaccano me... Il mondo al contrario. Poi si chiedono perché non li voti più nessuno...», ha scritto strumentalizzando il fatto. La sinistra, dal deputato Pd e segretario della commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi a Emanuele Fiano che parlato di «barbarie», ha condannato le parole di Salvini. Per Carlo Stasolla, presidente dell’Associazione 21 luglio la pratica invocata dal vicepremier fa parte di un «tragico passato».

Questa ladra senza scrupoli fa figli solo per non essere arrestata e le anime belle della sinistra attaccano me... Il mondo al contrario. Poi si chiedono perché non li voti piú nessuno... #colpadiSalvini

Geplaatst door Matteo Salvini op Donderdag 20 juni 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso