28 Maggio Mag 2019 1815 28 maggio 2019 Aggiornato il 09 giugno 2019

Comunali 2019, chi sono le donne al ballottaggio

Per loro, in un capoluogo di Regione (Campobasso) e tre province (Rovigo, Verbania e Vercelli) la partita non è ancora chiusa. Mentre a Vibo Valentia è stata eletta la prima sindaca della città, Maria Limardo.

  • ...
Elezioni Comunali Ballottaggio Donne 3

Al primo turno sono stati eletti 11 sindaci, mentre 16 Comuni si preparano al ballottaggio di domenica 9 giugno. È il risultato - parziale - delle elezioni amministrative del 26 maggio nei 27 capoluoghi di Regione e Provincia. Nei sei capuologhi di Regione (Firenze, Bari, Potenza, Campobasso e Perugia) al voto sono stati eletti cinque uomini, mentre a Campobasso, si aspetta il ballottaggio. Per quanto riguarda le province, una donna è stata eletta a Vibo Valentia e tre candidate (a Rovigo, Verbania e Vercelli) si giocheranno la partita contro tre rispettivi candidati maschi il 9 giugno.

MARIA LIMARDO ELETTA A VIBO VALENTIA

«Cosa si prova ad essere il primo sindaco donna di Vibo? Una sensazione bellissima», sono state le prime parole di Maria Limardo al momento della notizia del superamento del quorum. «Finalmente», ha aggiunto la prima sindaca donna della città, «posso scrollarmi di dosso tutta la tensione di una campagna elettorale vissuta non solo con la consapevolezza di essere la favorita per la vittoria finale ma anche con la voglia di chiudere la partita già al primo turno per dare a Vibo Valentia subito un governo della città». La neo-sindaca ha ottenuto il 59,5% dei consensi a capo di una coalizione sostenuta da Fi, Fdi e da sei liste civiche, mentre il candidato sostenuto da Pd e cinque civiche, Stefano Luciano, ha ottenuto il 28,19%. Solo terzo il candidato dei 5 Stelle Domenico Santoro con il 10,08%.

Maria Limardo.

LE ALTRE ASPIRANTI SINDACHE AL BALLOTTAGGIO

A Campobasso è rimasto in corsa il Movimento Cinque Stelle con Roberto Gravina (29,41%) che sfida la candidata di centrodestra Maria D’Alessandro (39,7%). Ballottaggio anche a Rovigo dove si scontrano Monica Gambardella (centro-destra) ed Edoardo Gaffeo (Pd e civiche). Centrodestra in vantaggio anche a Verbania – con Giandomenico Albertella, che prova a superare la dem Silvia Marchionni – e Vercelli, dove Andrea Corsano si batte con Maura Forte.

Maria Domenica D'Alessandro (centrodestra) è avvocata e direttrice della Scuola Forense del Molise, nel 2018 candidata al Senato con Fratelli d'Italia. È supportata da cinque liste (Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Popolari per l'Italia, È Ora).

Monica Gambardella, 54 anni, nata e cresciuta a Rovigo, è architetto. Abilitata all’insegnamento in ambito artistico e tecnico, dal 2016 lavora per la Provincia dove si occupa del coordinamento provinciale dei 41 gruppi di volontari sul territorio organizzati in sei distretti. Si candida a sindaca «per portare il mio impegno al servizio della nostra città che ha bisogno di essere riorganizzata e semplificata».

In Piemonte, a Verbania, la sindaca uscente Silvia Marchionini, 43 anni, se la deve vedere con il candidato del centrodestra Giandomenico Albertella. Esponente del Partito Democratico, dal 2014 è prima cittadina di Verbania.

Ballotaggio anche in un'altra provincia piemontese: Vercelli, dove Maura Forte, 59 anni, del Partito democratico, sfidea Andrea Corsaro. Laureata in Scienze Biologiche, ha iniziato a lavorare come imprenditrice prima di iniziare la carriera politica nel 1999, quando fu eletta in consiglio comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso