24 Maggio Mag 2019 1744 24 maggio 2019

Cos'è e come funziona l'alternanza di genere alle Europee 2019

Chi esprime più di una preferenza ai seggi delle elezioni di domenica 26 maggio deve per forza scegliere sia candidati uomini che donne. La guida al voto all'insegna della parità dei sessi. 

  • ...
Elezioni Europee 2019 Come Si Vota Preferenze

Domenica 26 maggio gli italiani sono chiamati ad eleggere i 76 deputati nostrani al Parlamento europeo per la legislatura 2019-2024. I cittadini italiani (Il sistema cambia da Paese a Paese) possono manifestare la propria preferenza tracciando con la matita copiativa un segno sul simbolo corrispondente alla lista prescelta o nel rettangolo che lo contiene. È possibile esprimere fino a tre voti seguendo, però, il principio dell’alternanza di genere: se i prescelti sono due è necessario votare un uomo e una donna, se fossero tre invece non è possibile scegliere tre candidati dello stesso sesso. Il non rispetto di queste regole non incide sulla validità effettiva del voto, ma porta all'annullamento delle preferenze successive alla prima.

REGOLE ALL'INSEGNA DELL'UGUAGLIANZA ANCHE PER LA COMPOSIZIONE DELLE LISTE

Nonostante la strada sia ancora lunga, questi accorgimenti sono dei passi avanti importanti verso la vera uguaglianza. In nome della quale sono cambiate anche le regole che i partiti hanno dovuto rispettare nella composizione delle liste degli aspiranti deputati europei suddivisi in cinque circoscrizioni (Italia Nord Occidentale, Nord Orientale, Centro, Sud e isole): il sistema elettorale, che è un proporzionale puro con sbarramento al 4%, nel 2019 presenta infatti una novità che riguarda proprio le donne visto che, per la prima volta, ogni schieramento è stato obbligato a candidarne almeno la metà del totale e a inserirne una nei primi due posti di ogni circoscrizione.

LEGGI ANCHE: Tutte le candidate in Italia alle elezioni europee

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso