Pillon Ddl Utero In Affitto

Ddl Pillon

10 Aprile Apr 2019 1228 10 aprile 2019

Pillon ha detto che il suo ddl non verrà ritirato

«Troveremo un accordo con i grillini, ne sono sicuro»: il giorno dopo il presidio a Montecitorio parla il senatore leghista. «Dicono che io ce l'abbia con le donne: voglio solo equilibrare i ruoli di madre e padre».

  • ...
Ddl Pillon News

La discussione sul disegno di legge Pillon il 9 aprile è iniziata al Senato ed è già segnata dalla battaglia e dai tempi lunghi. Ad animare lo scontro è stato il Pd che ha chiesto il ritiro del provvedimento che riforma l'affido condiviso e la mediazione familiare, nel testo proposto dal leghista Simone Pillon e firmato da cinque senatori del Movimento 5 stelle. "Stop subito, altro che discussione", è il mantra dei Democratici nel giorno in cui il ddl è all'ordine del giorno della commissione Giustizia nonostante l'annuncio, una settimana fa, del sottosegretario pentastellato Vincenzo Spadafora di voler archiviare quel testo. Invece nel pomeriggio di martedì, a inizio commissione arriva il colpo di scena della maggioranza: tre leghisti e due senatori M5s hanno chiest di passare dalla sede redigente a quella referente, il che significa avviare la discussione prima in commissione poi in Aula. I 5 Stelle quindi non chiedono il ritiro del ddl ma annunciano che arriverà un nuovo testo che sarà condiviso con l'alleato di governo. Ma Pillon in tutto questo cosa dice?

PILLON NON RETROCEDE

«Ho sempre detto che il mio disegno di legge è un punto di partenza, fa parte del contratto ed è migliorabile. Lo ha detto anche Matteo Salvini a Como, dopo il congresso della famiglia a Verona, si parte dal testo del mio ddl»: sono le parole il senatore leghista in un colloquio con il Messaggero sul provvedimento sull'affido condiviso. «Troveremo un accordo con gli amici grillini, ne sono sicuro. Si troverà un'intesa, ma non lo ritiro», ha precisato Pillon. «Dicono che io ce l'abbia con le donne: io voglio solo equilibrare il ruolo della mamma con quello del papà nel caso di dolorose separazioni. Spesso si tratta di automatismi, altre volte un po' meno: dunque è giusto intervenire», aggiunge. E manifesta tranquillità nonostante la bufera di critiche che lo travolge quotidianamente. «Semplice», ci tiene a precisare, « tutte le mattine mi ritaglio 30 minuti di preghiera. Lo consiglio a tutti, la giornata parte meglio».

DISCUSSIONE RIAGGIORNATA AL 7 MAGGIO

Intanto il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci ha reso noto che «l'ufficio di presidenza della commissione Giustizia ha sospeso la discussione generale sul disegno di legge Pillon, che verrà riaggiornata al 7 maggio. È una prima vittoria del Pd che si oppone radicalmente al ddl leghista e il chiaro segnale di impasse nella maggioranza parlamentare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso