Aborto Testimonianza Pillola Abortiva

Diritto all'aborto

27 Marzo Mar 2019 1351 27 marzo 2019

La maggioranza nel caos su aborto e Congresso delle famiglie di Verona

Nonostante le belle dichiarazioni sulla legge 194, la Lega ha presentato un proposta di legge per riformarla. E alcuni rappresentanti del governo sono pronti al forum della città veneta. 

  • ...
Aborto Congresso Mondiale Delle Famiglie Verona 2019 Lega

La legge sull'aborto non si discute. O per lo meno così dicono i due vice-premier Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Ma qualcosa non torna: è stata infatti la stessa Lega, con il deputato Alberto Stefani insieme ad una cinquantina di colleghi di partito, a presentare nell'ottobre del 2018 alla Camera una proposta di legge che vorrebbe evitare le interruzioni di gravidanza grazie alla possibilità per il nascituro di essere adottato da famiglie disponibili. Proposta assegnata il 15 marzo all'esame delle commissioni riunite Giustizia e Affari sociali. E sono sempre alcuni rappresentanti della Lega (e del governo), tra cui lo stesso Salvini, il ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, e quello dell'Istruzione Marco Bussetti, che sono attesi al tanto contestato Congresso Mondiale delle Famiglie (World Congress of Families), in programma dal 29 al 31 marzo a Verona.

TUTTI A FAVORE DELLA LEGGE 194

Fortunatamente una volta uscita la notizia della proposta di legge che di fatto potrebbe far diventare l'aborto un reato c'è stata una levata di scudi da parte della politica. La ministra per il Sud Barbara Lezzi ha dichiarato: «Non c'è alcuno spazio per interventi o revisioni sull'interruzione volontaria della gravidanza». Anche perché, ha aggiunto, legare il dramma dell'aborto «al tema della crescita demografica sarebbe, nella sua insensatezza, offensivo». Lo stesso Salvini è intervenuto, definendo la polemica inutile e inesistente. «Noi tuteliamo le famiglie italiane. Ma divorzio, interruzione di gravidanza, parità di diritti tra donne e uomini, libertà di scelta per tutti non sono in discussione». Di Maio ha confermato le parole del collega, sostenendo quanto tutta la vicenda sia «un falso problema» semplicemente perché si tratta «la 194 è una legge indiscutibile». Non ci sono dubbi nemmeno per il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che considera la norma «una conquista di civiltà giuridica e sociale», e avverte: «Mi guarderei bene dall'andare a rivederla». La senatrice del Movimento 5 Stelle Alessandra Maiorino ricorda che, grazie all’entrata in vigore della legge, si è «risolto il problema degli aborti clandestini e sono diminuite le interruzioni volontarie di gravidanza». Il Pd, che ritiene quella della Lega una proposta «oscurantista e violenta», ha chiesto al presidente della Camera Roberto Fico di discutere la propria proposta sull'assegno unico universale che prevede un sostegno di 240 euro mensili dal settimo mese di gravidanza fino ai 3 anni del bambino. Ma attenzione. C'è anche chi ha apprezzato l'iniziativa della partito di Salvini definendola «una valida alternativa all'aborto», come dice Alberto Gambino, giurista, presidente di Scienza & Vita.

CONTINUANO LE POLEMICHE SUL CONGRESSO DI VERONA

E per chi si fosse perso le polemiche sul World Congress of Families ecco un breve riassunto. «È medioevo», ribadisce Bonafede. «No a ritorni oscurantisti per le donne», gli fa eco il ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia Riccardo Fraccaro. Senza appello il giudizio del segretario del Pd Nicola Zingaretti: «Un passo indietro nella storia della civiltà». Polemico anche chi a Verona è atteso come il presidente dell'Associazione Famiglie Numerose Mario Sberna per il quale l'evento si è trasformato «in una pagliacciata». Ha deciso invece di non partecipare l'associazione Famiglie Cristiane Separate che esorta separati e divorziati a boicottare l’iniziativa. A sorpresa il Congresso ha unito al Consiglio regionale Veneto Movimento 5 Stelle e Partito democratico che chiedono al presidente Luca Zaia la revoca del patrocinio perchè è «evento lesivo della laicità dello Stato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso