18 Marzo Mar 2019 2226 18 marzo 2019

Sallusti choc sul suprematismo e le donne

Il direttore del Giornale a Otto e Mezzo: «Se l'attentatore in Nuova Zelanda avesse avuto una madre o una moglie che si fosse occupata più di lui, forse non avrebbe fatto la strage».

  • ...
Sallusti Otto Mezzo Suprematista Verona

Stanno facendo discutere le parole di Alessandro Sallusti sulla strage di Christchurch in Nuova Zelanda dette a Otto e Mezzo su La7. L'argomento è stato sollevato da Antonio Padellaro, il quale sosteneva che un certo tipo di estremismo trova il proprio terreno fertile in occasioni come quella del Congresso delle Famiglie che si terrà a Verona il 29 marzo. Ha scatenato il putiferio la risposta del direttore del Giornale: «Se ti riferisci all’uomo neozelandese che ha ucciso 50 persone, posso garantirti che se ci fosse stata una moglie o una madre a prendersi cura di lui, tutto questo non sarebbe successo».

Nello studio sono rimaste a bocca aperta Lilli Gruber e la scrittrice Laura Laurenzi. Solo dopo qualche momento di imbarazzo la conduttrice è riuscita a reagire: «Finalmente abbiamo individuato i colpevoli...». È come se, in poche parole, Sallusti avesse imputato alle donne che scelgono di non fare le mamme e a quelle donne che non sono state in grado di essere brave compagne per i loro uomini la responsabilità della radicalizzazione di certi soggetti.

LO SCONTRO SUL CONGRESSO DELLE FAMIGLIE TRA M5S E LEGA

«La battaglia delle donne è una battaglia di questo governo», il M5s, intanto, gioca d'anticipo rispetto al Congresso delle famiglie di Verona - appoggiato dalla Lega e al quale non prenderà parte nessun parlamentare del Movimento - presentando oggi un pacchetto di misure antiviolenza rivolto a donne e minori. E se il messaggio della distanza siderale all'interno della stessa maggioranza non fosse ancora chiaro, il leader Luigi Di Maio ha attaccato nuovamente i partecipanti al meeting parlando di «negazionisti del femminicidio», mentre due giorni fa Matteo Salvini aveva annunciato che sarà tra i relatori. Una battaglia tutta politica che nelle ultime ore ha assunto contorni ancora più netti e rischia di creare un problema tra i due alleati di governo, col M5s che cerca di smarcarsi dall'ingombrante presenza della Lega.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso