4 Marzo Mar 2019 1820 04 marzo 2019

Matteo Salvini ha scatenato l'ennesima gogna social contro una ragazza

Il ministro dell'Interno ha postato su Facebook la foto di una manifestante della marcia People con un cartello contro di lui. Risultato: insulti, offese e minacce.

  • ...
Matteo Salvini Facebook Foto Ragazza Cartello

C'è chi non impara mai dai propri errori. Uno di questi è Matteo Salvini. A novembre 2018 aveva postato sul proprio profilo Facebook la foto di tre ragazze minorenni che protestavano contro di lui. Risultato: erano state ricoperte di migliaia di insulti e minacce, sottoposte a una gogna mediatica di cui si era molto discusso. Nonostante la bufera che si era scatenata, tre mesi dopo, il 4 marzo, il vicepremier ha pubblicato un'altra foto, quella di una donna con un cartello in mano alla marcia People - Prima le persone per i diritti umani che sabato due marzo ha conquistato Milano con una folla di 250 mila persone. «Meglio buonista e puttana che fascista e salviniana», recitava. E la storia si ripete: la manifestante in questione è stata presa di mira da migliaia di leghisti sulla pagina Facebook di Salvini.

IL MINISTRO DELL'INTERNO CHE ESPONE ALLA GOGNA UNA RAGAZZA

Risultato: offese sessiste, insulti e minacce. «Demente», «vecchia zecca rossa», «trovate un uomo a questa poveraccia», «si sta preparando per quando verranno riaperte le case chiuse», sono solo una manciata dei commenti che Giulia - questo il nome della ragazza - ha ricevuto sul profilo del ministro dell'Interno. Ministro dell'Interno, per l'appunto, che per definizione dovrebbe tutelare i cittadini e garantire loro la sicurezza, come hanno ricordato in tanti: «Ma è normale che una carica dello Stato inciti (seppure con sapiente nonchalance) odio e insulti? Ho dovuto visitare la pagina perché non credevo fosse vero. Volevo ancora sperare che fosse rimasto un briciolo di rigore e dignità istituzionale». Oppure: «Che bello vedere il Ministro dell'interno che lancia agli sciacalli del web una ragazza che non la pensa come lui».

Che gentil signora😂

Geplaatst door Matteo Salvini op Maandag 4 maart 2019

I SENTINELLI CONTRO SALVINI

A difendere la ragazza presa di mira da Salvini ci sono anche i Sentinelli. E il loro portavoce Luca Paladini ha dichiarato: «Giulia era sul nostro carro sabato. Giulia per un cartello che recitava Migranti non lasciateci soli con i fascisti esibito in occasione di una manifestazione dopo i fatti di Macerata era già stata additata da Matteo Salvini sulla sua bacheca Facebook. A Giulia arrivò addosso di tutto, dagli insulti sessisti a vere e proprie minacce di violenza fisica. Questa mattina quello che di mestiere fa il ministro degli Interni, che conosce bene cosa ha fatto passare a Giulia, decide di rimandare i suoi sicari in missione. E ovviamente sono ripartiti insulti e minacce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso