19 Novembre Nov 2018 1756 19 novembre 2018

Chi è Silvia Roggiani, la nuova segretaria del Pd milanese

Giovane, vegetariana e con esperienza nel non profit: è stata scelta da due elettori su tre. È la prima donna ad arrivare a guidare i dem dell'area metropolitana. Per 11 anni è stata assistente dell'eurodeputata Patrizia Toia.  

  • ...
Silvia Roggiani Pd Milano

Abbiamo dovuto attendere il 2018 per vedere una donna eletta segretaria provinciale del Partito democratico milanese. Si chiama Silvia Roggiani, ha 34 anni ed è arrivata all'incarico "metropolitano" conquistando il 58% delle preferenze, praticamente due su tre, in una tornata elettorale in cui hanno votato il 68% degli aventi diritto e il secondo candidato più votato, il segretario dei giovani dem ha raccolto il 24% dei consensi. Roggiani, una laurea in Scienze sociali per la cooperazione allo Sviluppo all'università di Pavia, si potrebbe definire una post renziana. C'era prima di Renzi è stata renziana durante Renzi e ora che è segretaria di un territorio così peculiare per il Partito democratico si vedrà. Ma quel che è certo è che è stata, è e sarà soprattutto "toiana", dal nome di Patrizia Toia, una delle più longeve eurodeputate italiane e una macchina da preferenze nel milanese, di cui è stata assistente per oltre undici anni.

In effetti, accanto all'esperienza lavorativa nel Terzo settore maturata attraverso un corso di specializzazione in tecniche di gestione e finanziamento degli enti non profit e la collaborazione con l'ufficio progetti della fondazione Exodus Onlus, ha da sempre vissuto a pane e politica. Dal 2007 al 2012 è stata consigliera comunale nel comune di Ferno in provincia di Varese, di dove del resto è originaria. E, come lei stessa dichiara sul sito del partito membro del dipartimento riforme istituzionali, e-government, cooperazione e politiche comunitarie di Anci Lombardia. Ed è sempre su quel portale che si racconta in poche parole: «Sono vegetariana, amo leggere e andare al cinema». Dopo i risultati del voto la neosegretaria ha voluto ringraziare chi l'ha appoggiata ma non solo: «Grazie a chi mi ha sostenuto», ha dichiarato, «alle volontarie e ai volontari che oggi hanno reso possibili queste elezioni. Da domani si lavora unendo le forze, perché il Pd Milano metropolitano vada avanti a innovare e ad essere una comunità generosa capace di essere riferimento su tutto il territorio nazionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso