Femminicidio

Femminicidio

3 Ottobre Ott 2018 2115 03 ottobre 2018

Il percorso a ostacoli della Commissione d'inchiesta sul femminicidio

Maggioranza e opposizione si dicono entusiasti per l'istituzione del gruppo di lavoro a Palazzo Madama. Ma il via libera viene continuamente rimandato. E probabilmente durerà solo un anno.

  • ...
Commissione Inchiesta Femminicidio

L'esame del disegno di legge per istituire la Commissione contro il femminicidio dovrebbere prendere il via nell'Aula del Senato nella settimana del 9 ottobre, come stabilito dalla conferenza dei Capigruppo di Palazzo Madama del 26 settembre. Ma con ogni probabilità la discussione su un argomento che sembra non scaldare il parlamento verrà rinviata a data da stabilirsi. «È probabile che slitti», ha anticipato all'Huffington Post la senatrice di Forza Italia Maria Rizzotti, vicepresidente della Commissione sul femminicidio costituita nella scorsa legislatura, che ha presentato come prima firmataria la proposta di legge per chiedere nuovamente l'istituzione dell'organismo. Il ministro per i Rapporti col Parlamento Riccardo Fraccaro aveva assicurato che «ci sono i tempi e c'è tutta la volontà politica di portare in aula la commissione d'inchiesta sul femminicidio, anche prima della discussione in aula di uno decreti che arriveranno».

PROBABILE CHE DURERÀ SOLO UN ANNO

«In Senato abbiamo chiesto di anticipare al 2 ottobre il voto sull'istituzione della Commissione d'inchiesta sul femminicidio. Lega e M5s si sono opposti votando contro la nostra proposta. Come sempre promettono una cosa e ne fanno un'altra. Vergogna!», ha fatto sapere in una nota Simona Malpezzi, vice presidente dei senatori del Pd. L'appuntamento è slittato ulteriormente, ma come scrive Luciana Matarese sull'HuffPost, questo non è l'unico dei problemi: «Anche se, come sembra ormai assodato, arriverà il via libera alla costituzione, la Commissione sul femminicidio durerà in carica un anno e non fino a fine legislatura come avevano chiesto i firmatari».

«NON SEMBRA PRIORITARIO»

Ma perché si è perso tanto tempo? La sensazione è che nei partiti della maggioranza, tra Lega e M5s e anche al loro interno, secondo la giornalista, sussistessero diversità di vedute, che non tutti concordassero sull'urgenza di costituire una Commissione ad hoc. «D'altra parte», fa notare l'ex senatrice dem, Francesca Puglisi, presidente della Commissione nella passata legislatura, «sulla politica per le donne questo governo, con la Lega, ha un altro disegno, come si evince dal ddl Pillon, che tra le altre cose disattende del tutto importanti indicazioni a tutela delle donne inserite nella relazione finale della Commissione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso