29 Agosto Ago 2019 1159 29 agosto 2019

Alla New York Fashion Week sfilerà una modella con paralisi cerebrale

Per la prima volta debutta una linea per disabili con abbottonature speciali che facilitano l'azione di vestirsi. In passerella la 15enne Faith Guilbault, che ha anche un serio impedimento di vista che le rende difficile camminare.

  • ...
Faith Guilbault

Come ogni settembre, la New York Fashion Week è alle porte e quest'anno, tra le novità, c'è un bel messaggio di inclusione: per la prima volta debutta una linea per disabili con in passerella una modella affetta da paralisi cerebrale. Si tratta della 15enne californiana Faith Guilbault, che oltre alla paralisi cerebrale ha anche un serio impedimento di vista che le rende difficile camminare. Una condizione complessa che però non le ha impedito di portare avanti i propri sogni e di sfilare. I capi indossati durante la sfilata fanno parte della linea cosiddetta adaptive clothing, con abbottonature speciali che facilitano l'azione di vestirsi o lo spogliarsi. L'adaptive clothing è un'iniziativa del gruppo non-profit Runway of Dreams. Karen, la madre di Guilbault, dopo essere venuta a sapere che il gruppo era alla ricerca di modelli, ha inviato foto di sua figlia ed è stata contattata. «È già difficile per loro affrontare le barriere che incontrano quotidianamente: non dovrebbero lottare anche con la propria indipendenza per vestirsi», ha detto la madre, che ha raccontato alla stampa di Baltimora, dove vivono, che a sua figlia piace anche giocare a bowling e che vorrebbe fare la cheerleader alla Maryland School for the Blind, dove in autunno parteciperà alle lezioni. E in occasione del suo sedicesimo compleanno, si regalerà una sfilata sulla passerella della New York Fashion Week. Sua madre spera che il suo esempio farà la differenza per le persone che vivono con le sue stesse difficoltà.

La Runway of Dreams Foundation (RODF) è stata fondata nel 2014 da Mindy Scheier (sotto, sulla copertina di Womelle), stilista e madre di un bambino con disabilità. Il suo viaggio è iniziato quando suo figlio Oliver, che ha una rara forma di distrofia muscolare, voleva indossare un paio di jeans a scuola come i suoi amici. Presto si rese conto che anche milioni di persone in tutto il mondo stavano lottando per accedere a vestiti alla moda che soddisfassero le loro esigenze. Così ha immaginato un mondo in cui l'abbigliamento adattivo per le persone con disabilità fosse mainstream. Dopo aver trascorso 20 anni nel settore della moda e aver aperto una scuola di design per bambini, Scheier ha deciso di unire la sua esperienza e la sua passione creando la Runway of Dreams Foundation.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso