12 Ottobre Ott 2018 1859 12 ottobre 2018

Al royal wedding di Eugenie Cara Delevingne si veste da uomo

Alle nozze della principessa Eugenie di York, la top model inglese ha catturato l'attenzione dei fotografi (e del web) con un tight maschile. Le reazioni.

  • ...
cara delevingne

Se al matrimonio di Kate e William, era stata Pippa, la sorella della sposa, a rubare la scena alla festeggiata, a quello della principessa Eugenie di York e del mercante di vini Jack Brooksbank è stata una top model. Un nome e una certezza: Cara Delevingne ha infatti infranto tutti i dettami del protocollo reale (che impone alle donne di indossare un elegante vestito da giorno, un fascinator e gioielli di famiglia) e si è presentata al castello di Windsor con un look androgino. Che ha attirato l’attenzione dei fotografi e del web. Con un’aria da tomboy, la modella ha sfoggiato un elegante tight dal taglio maschile. Pantalone skinny nero alla caviglia, tacchi a spillo, fascia in vita e cravatta a scacchi. Ma non solo: a dare al look un tocco dandy anche un cappello a cilindro, i tatuaggi in bella vista e uno stuzzicadenti, provocazione orgogliosamente esibita davanti alle macchine fotografiche schierate sul posto sin dalle prime ore dell’alba.

LA DEBRETT'S NON APPROVA

Davanti alla decisione della Delevingne di osare un look così fuori dalle righe, probabilmente unica nella storia dei matrimoni reali, gli esperti di buone maniere hanno storto il naso. L’outfit, infatti, non avrebbe soltanto trasgredito alle indicazioni stabilite dalla sposa ma avrebbe anche violato alcune delle regole fondamentali di etichetta, come stabilito dalla Debrett’s, il tempio del galateo in Inghilterra. Secondo gli esperti, infatti, «non bisognerebbe vestirsi di nero ai matrimoni, le donne non dovrebbero optare per outfit maschili e il cilindro, in genere, andrebbe indossato in occasione di competizioni sportive, ad esempio partite di polo, mentre in altri tipi di eventi andrebbe portato a mano o sottobraccio».

IL PARERE DELL'ESPERTO DI REALI

Completamente diverso è stato, invece, il parere dell’esperto di reali James Brookes che, in un’intervista ad Express.co.uk, ha spiegato: «Cara non ha affatto infranto il protocollo ma ha semplicemente dato prova del suo incontenibile spirito creativo». Per poi aggiungere che il look della modella ha avuto tutta questa risonanza anche perché «le altre invitate si sono attenute fedelmente alle regole, indossando abiti lunghi e eleganti». Una scelta, quella dell'indossatrice, «perfettamente in linea con lo stile di Eugenie, ben nota per la sua originalità in fatto di moda».

LA REAZIONE DEL WEB

A giudicare dai cinguettii dedicati al completo mannish della top model, gli internauti ne sono rimasti piacevolmente colpiti. E sono stati concordi nel dare alla Delevigne la corona di «invitata più cool» del matrimonio. Alcuni hanno visto nel suo completo simpatiche analogie con quello indossato da Artful Dodger in Oliver Twist.

Molte, invece, sono state le donne che ne hanno apprezzato la sicurezza nello scegliere di indossare quel che desiderava, non badando alle regole e pensando molto più a sentirsi bene con se stessa, vestendo panni che potessero identificarla al meglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso