Violenza Sulle Donne

Violenza sulle donne

8 Ottobre Ott 2019 1141 08 ottobre 2019

Una ragazza di 19 anni è stata violentata per strada a Milano

È successo nella notte tra domenica e lunedì in via Pasteur: un passante ha chiamato i carabinieri. In meno di 24 ore è il secondo caso: dall'altra parte della città una studentessa ha subito un tentato stupro.

  • ...
Ragazza Violentata Milano Pasteur

L'ha presa a schiaffi e pugni sul volto, minacciata di morte con una bottiglia di vetro, per strada, poi l'ha costretta a subire una violenza sessuale. È successo la notte tra domenica e lunedì nella zona Nord di Milano, in via Pasteur, dove un uomo 49enne di nazionalità peruviana, Emilio Graviel Baldes, è stato arrestato dai carabinieri. La vittima, anche lei sudamericana, ha 19 anni. La denuncia è stata fatta al 112 da un passante: «Stanno violentando una ragazza, sta succedendo ora, proprio in mezzo alla strada», ha avvertito. E immediatamente una pattuglia che si trovava in zona ha bloccato e ammanettato l'uomo pesantemente ubriaco, con qualche precedente alle spalle. La ragazza è stata portata alla clinica Mangiagalli, dove la violenza sessuale è stata confermata dai referti.

UN TENTATO STUPRO DALL'ALTRA PARTE DI MILANO

Soltanto 24 ore prima, dall’altra parte di Milano, è avvenuto un caso simile, con la differenza che la ragazza per fortuna è riuscita a salvarsi. La vittima, una studentessa liceale di 18 anni, era appena uscita da un locale non lontano dalla Fondazione Prada attorno alle 2.30 della notte tra sabato e domenica e mentre camminava stava parlavando al cellulare con un’amica perché si era persa. A un certo punto si è resa conto che un uomo la seguiva, poi l'aggressione. «Ero terrorizzata perché mi ero resa conto che lui era molto più forte di me fisicamente, ed era alto un metro e 80», ha detto la giovane che l'uomo ha buttato per terra prima di tentare di violentarla e rubarle il cellulare. A un certo punto, mentre lei si difendeva tirando calci e urlando, ha deciso di mollare la 'presa' e se ne è andato rubandole il cellulare. Lei, sconvolta, è riuscita a raggiungere una pattuglia dei carabinieri in viale Ortles e lui, 32 anni, originario della Costa D'Avorio e con un permesso di soggiorno per motivi umanitari, poco dopo è stato individuato e arrestato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso