7 Ottobre Ott 2019 1355 07 ottobre 2019

Arabia Saudita, due nuove aperture nei confronti delle donne

Da ora in poi possono dormire in albergo anche da sole, presentando un valido documento d'identità, e arruolarsi nell'Esercito come soldatesse semplici.

  • ...
Arabia Saudita Donne Hotel Esercito

Nonostante sia un Paese in cui viene utilizzata una app come Absher , che permette agli uomini di controllare le donne, l'Arabia Saudita ha da qualche tempo intrapreso un cammino di riforme ‘al femminile’. Negli ultimi anni sono infatti caduti i divieti di guida e di ingresso allo stadio, poi alle donne è stato anche permesso di viaggiare da sole all’estero, senza il consenso (necessario in precedenza) di un uomo, il cosiddetto ‘guardiano’. Adesso, arrivano altri due provvedimenti che sanno di modernità, in un Paese che, va detto, rimane molto conservatore: le donne potranno infatti pernottare negli hotel anche da sole e addirittura arruolarsi nell’Esercito.

IN ALBERGO DA SOLE

Le iniziative, volute dal principe ereditario Mohammad bin Salman, rientrano nell’ambizioso programma Vision 2030, lanciato per ridurre l’indipendenza dal petrolio dell’Arabia Saudita, diversificare la sua economia e attrarre turisti dall’estero. Le coppie saudite devono provare di essere regolarmente sposate per poter prenotare una camera d’albergo a Riyad e nel resto del Paese, ma questa regola adesso non vale più per gli stranieri. Le turiste, inoltre, pur nel rispetto di certe regole di abbigliamento, non sono più obbligate a indossare abiti che coprono completamente il corpo. Resta invece il divieto di consumo dell'alcol. La svolta più interessante è però quella riguardante le donne saudite in viaggio da sole, alle quali ora basterà un documento di identità valido per poter soggiornare in albergo.

ANCHE SOLDATESSE

L’altra grande apertura riguarda l’Esercito saudita. Finora, le donne potevano essere impiegate solo nei servizi di sicurezza, oppure potevano operare in aree come lotta al narcotraffico, vigilanza dei detenuti nelle carceri e indagini criminali. Da adesso in poi hanno la possibilità di arruolarsi regolarmente come soldatesse semplici, con la facoltà di fare carriera fino al grado di sergente. «Si tratta di una grande passo nella direzione giusta», ha commentato al quotidiano Asharq Al-Awsat Hassan al-Shihiri, ex ufficiale del ministero della Difesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso