4 Ottobre Ott 2019 0815 04 ottobre 2019

Il programma della seconda edizione de L'Eredità delle donne

Dal 4 al 6 ottobre 2019, Firenze ospita il festival diretto da Serena Dandini che celebra l'empowerment e il ruolo delle figure femminili del passato e del presente. Il calendario degli eventi.

  • ...
eredità delle donne 2019 programma

Dopo il successo della prima edizione, ritorna a Firenze L’Eredità delle donne, il festival diretto da Serena Dandini e dedicato all’empowerment femminile. Dal 4 al 6 ottobre il progetto, promosso da Elastica e Fondazione CR Firenze e patrocinato dal Comune, invade le strade, i teatri e le librerie della città con un ricco cartellone di appuntamenti che vede come protagoniste indiscusse, ovviamente, le donne e la loro lotta per i diritti. Al centro dell’evento diffuso, dedicato a Maria Luisa De’ Medici, madre della cultura italiana ed europea ante litteram, e nato per riscoprire le figure femminili che hanno lasciato un’eredità di pregio alla città, visite guidate, mostre e spettacoli inediti, due serate al Teatro della Pergola condotte da Serena Dandini e un’interessante novità: una non-stop di talk dove scienziate, giornaliste, economiste, donne della politica e dello spettacolo hanno l’opportunità di rileggere l’attualità e condividere visioni e spunti di riflessione con il pubblico.

VENERDÌ 4 OTTOBRE

A dare il via al festival è il talk La città delle donne, condotto da Serena Dandini. La serata, a metà tra il serio e il faceto, è tutta dedicata al racconto delle città: come sono e come dovrebbero essere se fossero disegnate, progettate e realizzate dalle grandi donne di oggi. Protagoniste del confronto sul palco del Teatro alla Pergola la giornalista Concita De Gregorio, la sindaca di Ancona Valeria Mancinelli, eletta miglior sindaca del mondo nel 2018, Valentina Sumini, architetta spaziale, Maria Pia Ercolini, presidente dell’associazione Toponomastica femminile (da molti anni impegnata nella denuncia della discriminazione di genere attraverso l’analisi dei nomi delle strade d’Italia) e Doriana Mandrelli Fuksas, una delle architette più famose al mondo. Ma non è tutto: spazio anche a nomi della scena internazionale, con Ada Colau, sindaca di Barcellona, e Souad Abderrahim, sindaca di Tunisi.

SABATO 5 OTTOBRE

Lo storico teatro fiorentino è la cornice anche della seconda serata in programma. Vieni avanti cretina nasce per celebrare la comicità in rosa e le attrici che, mai come oggi, sbancano i botteghini e raccolgono consenso di pubblico e critica. Le comiche di ieri e di oggi si alternano sotto la guida di Serena Dandini e Martina Dell’Ombra in un evento ispirato allo stile della stand up comedy americana: da Lucia Vasini a Michela Giraud, passando per Cinzia Leone, Germana Pasquero e Rita Pelusio. A fare da madrine della serata due grandi personaggi ormai entrati nella storia dello spettacolo italiano: Lucia Poli e Franca Valeri che, anche quest’anno, torna a partecipare a L’Eredità delle Donne. Per quanto riguarda il resto degli eventi, la giornata è dedicata alla celebrazione delle figure femminili nell’arte in tutte le sue declinazioni: dalla musica, con L’arte e le carte di Caterina Bueno, visita guidata all’Archivio di Stato di Firenze che vuole ripercorrere il percorso personale e artistico della cantautrice nel mondo della canzone popolare, al disegno, con Quando il disegno è donna. Alla scoperta dell’altra metà dell’antica Accademia delle Arti del disegno, una retrospettiva a Palazzo Beccai dedicata ai nomi e ai volti associati allo storico istituto fiorentino, fino alla pittura, con Alla scoperta di Natalia Goncharova con Ludovica Sebregondi, un viaggio alla scoperta della straordinaria pittrice russa, protagonista della mostra in calendario a Palazzo Strozzi dal 28 settembre. Teatro e scienza, invece, sono rappresentati rispettivamente da Il cielo delle donne, ciclo di visite a cura della Fondazione della Scienza e della Tecnica per raccontare la storia dell’emancipazione femminile nelle discipline scientifiche, e Mani Pulite. La tragica storia di Ignaz Semmelweis e delle donne vittime della febbre puerperale, innovativa performance teatrale nella cornice del Museo degli Innocenti.

DOMENICA 6 OTTOBRE

Accanto agli appuntamenti degli Stati Generali delle donne, come quello dedicato a gender gap e soffitti di cristallo, in cui Gad Lerner discute del tema delle discriminazioni sul lavoro con ospiti del calibro di Elsa Fornero, Antonia Klugmann e la virologa Ilaria Capua, la giornata è dedicata al ricordo di personaggi femminili nella storia. Dalla giovane Caterina De’ Medici, protagonista della visita guidata a Palazzo de’ Medici Riccardi, a Maria Luisa De’ Medici, a cui è dedicato un suggestivo evento di rievocazione a Palazzo Vecchio incentrato sulla figura della musa ispiratrice del Festival.

CINQUANTA SFUMATURE DI ROSA OVVERO “GLI STATI GENERALI DELLE DONNE” (DAL 5 AL 6 OTTOBRE)

Il ciclo di incontri, ispirato al modello dei grandi summit internazionali, si propone di essere un’occasione di confronto in cui personalità del mondo della politica, della letteratura, dello sport hanno l’opportunità di «ripensare il mondo» e riflettere sulle grandi rivoluzioni di cui si trovano a essere protagoniste. Tra gli ospiti più attesi, senza dubbio, l’attivista argentina Marta Dillon, fondatrice del movimento Ni una menos, invitata a presenziare al panel di domenica 6 ottobre I diritti delle donne sono diritti di tutti, accanto a Carlotta Sami, portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Lina Ben Mhenni, fra le prime a raccontare la Primavera Araba attraverso il blog Una ragazza tunisina e Adelaide Corbetta, presidente di The Circle Italia Onlus. La violenza sulle donne, invece, è al centro dell’intervista di sabato 5 ottobre, in cui Geppi Cucciari dialoga con la scrittrice canadese Miriam Toews, autrice del pluripremiato romanzo Donne che parlano. Dall’emergenza climatica ai diritti, dalla scienza allo sport, il programma tocca i punti più caldi dell’attualità italiana e internazionale e vuole offrire al pubblico uno sguardo forte e coraggioso, innovativo e stuzzicante sui conflitti generazionali e sul futuro che ci attende.

RITORNA IL SALOTTO LETTERARIO

Dopo il successo riscosso nell’edizione 2018, torna il Salotto Letterario, lo spazio in cui grandi scrittrici italiane propongono le novità editoriali al femminile nelle principali librerie della città. Tra le penne più attese, Annalena Benini che, sabato 5 ottobre, presenta al pubblico del Caffè letterario Le Murate i suoi Racconti delle donne , Irene Soave e Michela Murgia che, nel corso di due eventi previsti per domenica 5 ottobre, parlano rispettivamente del Galateo per ragazze da marito e di Morgana. Storie di ragazze che tua madre non avrebbe approvato, raccolta ispirata all'omonimo podcast.

IL CALENDARIO OFF

Forte della partecipazione del pubblico, anche nell'edizione 2019 il calendario degli eventi OFF trasforma Firenze in un laboratorio a cielo aperto, attraverso una serie di iniziative pensate e realizzate direttamente dai cittadini. La cucina, il cinema, la politica, la musica diventano lo strumento per ricordare tutte quelle personalità femminili che si sono distinte per essere state pioniere in vari campi del sapere.

Il programma completo e le prenotazioni ai vari eventi sono disponibili sul sito del festival.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso