Violenza Sulle Donne

Violenza sulle donne

1 Ottobre Ott 2019 1134 01 ottobre 2019

Una donna di 35 anni è stata stuprata in un appartamento a Milano

Domenica, dopo un pomeriggio tra alcol e droghe, uno dei due amici è uscito di casa e l'altro l'ha aggredita e violentata. I carabinieri hanno arrestato un peruviano senza fissa dimora.

  • ...
Stupro Milano Sesto San Giovanni

«Sono stata violentata... aiutatemi... non so nemmeno dove mi trovo». Una telefonata al 112 nel pomeriggio di domenica 29 settembre arriva da un appartamento di Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. La voce è quella di una donna 35enne che spiega di aver subito una violenza sessuale. L’arrivo dei medici e delle forze dell’ordine non è però immediato, perché la donna non si rende nemmeno conto di dove si trova esattamente, racconta Il Corriere della Sera. I carabinieri arrestano un uomo, 43enne peruviano, pregiudicato, accusato di violenza sessuale. Dalla ricostruzione degli inquirenti è emerso che il pomeriggio di domenica la donna avrebbe incontrato quello che sarebbe diventato il suo stupratore (se i fatti vengono confermati), un immigrato senza lavoro né permesso di soggiorno, e un altro peruviano che la 35enne già frequentava. Si incontrano a Sesto San Giovanni nel primo pomeriggio e si spostano in una casa sfitta non distante dalla fermata Rondò, lungo la linea uno della metropolitana, dove l’arrestato ha vissuto in passato. Il sospetto, scrive ancora Il Corriere, è che i presenti abbiano assunto alcol e droghe.

LASCIATA SOLA NELL'APPARTAMENTO

Stando a quanto ricostruito, la donna avrebbe avuto un rapporto sessuale consenziente con l'uomo che già conosceva Quest’ultimo, successivamente, sarebbe uscito dall’appartamento per una commissione, lasciando all’interno lei, semi-addormentata, e il 43enne. La vittima, a quel punto, viene aggredita. Si ribella ma non riesce a salvarsi dall'aggressione. La donna, con diverse ferite sul corpo, sarebbe rimasta inerme, dolorante e terrorizzata, fino al momento in cui è riuscita a recuperare un cellulare per chiamare i soccorsi. La vittima è stata trasferita in ambulanza alla Mangiagalli, dove oltre alle visite mediche ha ricevuto un sostegno psicologico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso