1 Ottobre Ott 2019 1520 01 ottobre 2019

Scoperta una fabbrica di bambini in Nigeria

Liberate 19 donne i cui neonati venivano venduti. La potenziali madri venivano attirate con la promessa di un lavoro per poi essere sequestrate e violentate. 

  • ...
Nigeria Fabbrica Di Bambini

La polizia nigeriana ha liberato 19 ragazze e donne tra i 15 e i 28 anni da alcune abitazioni di Lagos definite 'fabbriche di bambini', dove venivano messe incinte e fatte partorire da un'organizzazione che poi vendeva i neonati a un prezzo a 1.400 dollari (circa 1.300 euro, ndr) se maschi e 830 dollari (circa 750 euro, ndr) se femmine. Quattro dei piccoli sono stati presi in consegna dagli agenti, mentre due donne che lavoravano in questi centri come infermiere abusive sono state arrestate, hanno spiegato le forze dell'ordine, citate dalla BBC online. Non è stato precisato se gli acquirenti fossero della Nigeria stessa o di altri Paesi.

ATTIRATE A LAGOS CON LA PROMESSA DI UN LAVORO

La maggior parte delle donne erano state attirate a Lagos con la promessa di lavoro, ma poi erano state sequestrate e violentate. Altre, secondo la polizia, sapevano a cosa andavano incontro. Una di loro ha detto al quotidiano locale The Vanguard di essere stata ingannata e di avere avuto rapporti sessuali con sette uomini prima di rimanere incinta. La donna che gestiva la casa dove si trovava le aveva detto che in cambio avrebbe ricevuto una lauta somma di denaro. Un'altra vittima ha detto alla BBC che è stata trattenuta contro la sua volontà e le è stato impedito di andarsene quando ha scoperto che il suo bambino sarebbe stato venduto. A un'altra sono stati sequestrati telefono e i soldi e le è stato vietato di uscire di casa per cercare assistenza medica. Non è questa la prima vota che vengono scoperte realtà come queste nel Paese che è la prima economia africana nonostante la povertà diffusa e il traffico di esseri umani. Nel 2018 in un altro raid simile furono liberati 160 bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso