Sessismo

Sessismo

30 Settembre Set 2019 1337 30 settembre 2019

Insulti sessisti a Greta, il Grosseto licenzia un allenatore delle giovanili

«La società punta sui valori morali prima ancora che sui valori tecnici», ha spiegato il club toscano motivando l'allontanamento di Tommaso Casalini.

  • ...
Greta licenziato allenatore Grosseto

«Questa troia! 16 anni, può andare a battere. L'età l'ha». Questo messaggio, pubblicato su Facebook e dalla forte connotazione sessista, rivolto a Greta Thunberg, è costato il posto di viceallenatore del Giovanissimi del Grosseto a Tommaso Casalini: il club calcistico toscano, con un recente passato in Serie B e un presente nei dilettanti, ha infatti deciso di allontanarlo «per un comportamento non consono alla linea tracciata dalla società che punta sui valori morali prima ancora che sui valori tecnici».

In seguito a quanto apparso sui social, l’Unione Sportiva Grosseto 1912 comunica il licenziamento del vice allenatore...

Geplaatst door Settore giovanile - Us Grosseto 1912 op Zondag 29 september 2019

«Vista la gravità di quanto affermato dal signor Casalini, la società ha provveduto a sollevare lo stesso dall'incarico con effetto immediato, dissociandosi completamente dalle affermazioni lette su Facebook, riservandosi di procedere per vie legali per tutelare la propria immagine nelle sedi opportune». A denunciare pubblicamente il fatto era stata Selvaggia Lucarelli, sottolineando anche come Casalini avesse già avuto qualche problema in passato per aver diffuso la nota vocale intima di una ragazza nella sua città, causandole grandi sofferenze: «Evidentemente il rispetto per le donne è qualcosa che fatica ad imparare. Vediamo se questa è la volta buona», ha scritto Lucarelli sul suo profilo, facendo poi i complimenti alla Us Grosseto 1912, per aver dato un’ottima lezione ai suoi giovani calciatori. D’altra parte, una società che sulla foto di coertina di Facebook mette la frase: «Conoscerne la storia... rispettarne i valori» (si spera che siano ottimi valori), non poteva agire in modo diverso.

Due giorni fa avevo segnalato a commento di un post in difesa di Greta il commento di tale Tommi Casalini. Non sapevo...

Geplaatst door Selvaggia Lucarelli op Zondag 29 september 2019

Da parte sua, Tommaso Casalini si è cosparso il capo di cenere, con un messaggio recapitato alla redazione di Grosseto Sport: «Desidero chiedere pubblicamente scusa a tutti, a cominciare da Greta Thunberg, per il post che ho scritto su Facebook la scorsa settimana. Un'esternazione scritta in un mio momento di rabbia contro la giovane attivista svedese con un linguaggio assolutamente sbagliato e con un contenuto del quale mi pento. Non ho mai pensato né potrei pensare davvero certe cose, a maggior ragione di una minorenne. Tuttavia, quando uno sbaglia è giusto che si assuma la responsabilità dei propri errori, pertanto accetto di buon grado la decisione». Fatto sta che la 'madrina' dei Fridays for Future, proprio come Carola Rackete, ovvero un’altra giovane donna guidata da forti ideali in cui crede e per cui combatte, è stata insultata sul web, con brutte frasi misogine. «How dare you?», verrebbe da dire, citando proprio la 16enne attivista svedese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso