20 Settembre Set 2019 1749 20 settembre 2019

Cos'ha detto Lucia Panigalli dell'intervista di Bruno Vespa

«A mente più fredda dichiaro di sentirmi profondamente offesa dal tono e dai modi usati nel corso della trasmissione. Anche a nome di tutte le donne che non sono state 'fortunate' come me».

  • ...
Lucia Panigalli Bruno Vespa Porta A Porta

«Lucia Panigalli è provata e ci è rimasta molto male», ci aveva detto al telefono la mattina di giovedì Eugenio Gallerani, avvocato della signora ferrarese - sopravvissuta a un femminicidio e costretta a vivere sotto scorta - dopo l'umiliante intervista andata in onda a Porta a Porta. Dopo due giorni di roventi polemiche e attacchi a Bruno Vespa per i toni e le domande scelte, si è alzata anche la voce della diretta interessata, l'intervistata, Lucia Panigalli, che ha spiegato all'Ansa quello che ha provato nel salotto della Rai. «Le luci, la concitazione, il pubblico, i tempi velocissimi mi hanno frastornato in modo tale da impedirmi di capire ciò che era appena successo, ma ora a mente più fredda dichiaro di sentirmi profondamente offesa dal tono e dai modi usati da Vespa nel corso della trasmissione. Mi sento offesa anche a nome di tutte le donne che non sono state 'fortunate' come me».

VESPA NON SI SCUSA

Dopo l'intervista rilasciata a Porta a Porta, ha detto Panigalli, «nell'immediato non sono riuscita a capire cosa mi aveva tanto infastidita. E solo in seguito ho realizzato che non mi sono state poste le domande che mi aspettavo dopo i lunghi colloqui con la redazione. Viceversa», ha precisato la donna, «mi è stato chiesto di rivivere le fasi più truci dell'aggressione subita, senza quasi darmi modo di spiegare il motivo vero per cui mi trovavo in quello studio e senza che si cogliesse l'estrema drammaticità di quanto patito». Bruno Vespa non si è mai scusato per l'atteggiamento scelto nei confronti dell'intervistata, anzi ha dichiarato di essere stato «criminalizzato». L'Ordine dei Giornalisti ha aperto un procedimento disciplinare sul caso, affermando che la commissione Pari Opportunità «deplora contenuti, toni e linguaggio utilizzati a Porta a Porta»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso