Sessismo

Sessismo

20 Settembre Set 2019 1603 20 settembre 2019

Donne in vetrina, la proposta choc del consigliere leghista

Roberto Salvini ha detto che, per attirare vacanzieri, le città della Toscana dovrebbero seguire il modello di Amsterdam, incentivando la prostituzione. 

  • ...
donne vetrina salvini lega toscana

La ricetta per rilanciare il turismo in Toscana? Mettere le donne in vetrina. Non in senso figurato, ma letteralmente, come nel quartiere a luci rosse di Amsterdam. È questa la proposta choc del leghista Roberto Salvini (no, nessuna parentela), arrivata durante una riunione del Consiglio Regionale e ‘denunciata’ da Monia Monni del Partito Democratico, che ha pubblicato il video dell'intervento su Facebook.

FIRENZE COME AMSTERDAM

«Cos’è che va a cercare uno quando va in villeggiatura?», si chiede Salvini. Sì, certo, stabilimenti terme, gioco d’azzardo, magari del buon Chianti (soprattutto se il vacanziero è «ubriacone»), ma anche città d’arte e mare aggiungiamo noi. In Toscana non manca niente. Ma vuoi mettere con le prostitute in vetrina? «C’è anche altra gente che vuole cercare altre cose», spiega il consigliere della Lega, e «c’è mezza Europa che ci investe in quell’indirizzo lì»: non farlo equivale a mettersi fette di prosciutto sugli occhi. Dato che a Montecatini, Firenze (lungo i viali) e Viareggio il giro d’affari della prostituzione appare florido, conclude Salvini tra le proteste di altri consiglieri, sarebbe opportuno seguire l’esempio di Austria, Germania e soprattutto Olanda.

🔴LEGA CONTRO LE DONNE🔴 Ascoltate la proposta shock della Lega per il rilancio del settore termale in Toscana. Roba da non credere! #LeDonneNonStannoInVetrina #VergognaLega

Geplaatst door Monia Monni op Donderdag 19 september 2019

Le riprese dell’intervento in Consiglio Regionale è stato pubblicato da Monia Monni ed è diventato virale. Finito nell’occhio del ciclone, Roberto Salvini non solo non si è scusato per la proposta, degradante nei confronti delle donne, ma intervistato dal Tirreno ha addirittura rincarato la dose (di sessismo). Quando gli è stato fatto notare che tante ragazze si prostituiscono perché costrette dalla povertà, ha infatti risposto: «Lo fanno come le donne toscane che da Pontedera in tempo di guerra andavano a Camp Darby e poi nasceva un moretto. Lo facevano come lo fanno tutte» (Camp Darby è una base militare dell'esercito statunitense che si trova a Pisa: gli americani vi si insediarono nel 1947, a guerra terminata, e fu inaugurata nel 1951). Le donne, proprio tutte, ci ha tenuto a sottolineare Salvini, «utilizzano lo strumento che hanno». Quando l’intervistatore gli ha fatto notare come fosse incorreggibile, l’esponente della Lega ha aggiunto «maschilista», sottolineando di non essere certo gay. Perché, ovviamente, uomo eterosessuale = maschilista.

È STATO SOSPESO

«Toni e contenuti delle dichiarazioni del consigliere Roberto Salvini sono di una gravità tale che non possono essere sottovalutati e presi alla leggera. La Lega da sempre ha una linea politica, con i fatti ancor più che con le parole, di assoluta difesa del ruolo delle donne», ha dichiarato il commissario della Lega in Toscana Daniele Belotti, annunciando contestualmente la sospensione di Salvini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso