18 Settembre Set 2019 1613 18 settembre 2019

La campagna di Smurfit Kappa Italia contro le molestie sul lavoro

Con l'iniziativa '#Alleiamoci - Fragile a chi?', l'azienda vuole educare le dipendenti su questo tema, invitandole a denunciare senza alcun timore.

  • ...
Smurfit Kappa Italia Campagna Molestie

Sensibilizzare le aziende sul tema delle discriminazioni di genere e delle molestie per rendere il posto di lavoro un luogo a misura di dipendente. È questa la mission della nuova campagna #Alleiamoci - Fragile a chi?, ideata da Smurfit Kappa Italia, azienda leader nella produzione di imballaggi in carta.

FRAGILE A CHI?

Il progetto è partito proprio dagli stabilimenti e dagli impiegati della stessa Smurfit Kappa, che hanno visto le pareti degli uffici e degli impianti riempirsi di un’immagine particolarmente evocativa: una donna che, orgogliosa e felice, tiene tra le mani una scatola di cartone con la frase «Fragile a chi?» e l’hashtag #alleiamoci. Gli slogan, ovviamente, non sono stati scelti a caso: l’invito ad allearsi, infatti, vuole essere un’esortazione ai dipendenti, uomini o donne che siano, a trasformare l’ufficio o la fabbrica in un luogo dove tutti possano sentirsi accolti. E, soprattutto, dove nessuno sia costretto ad aver paura di difendersi. Ecco perché, al termine 'fragile' (che, in genere, segnala oggetti da maneggiare con cura per evitare di romperli) è stata accostata una domanda provocatoria come «A chi?», che strizza l’occhio a tutti i dipendenti, esortandoli a sentirsi al sicuro perché protetti dai valori dell’azienda e dalle politiche attuate per tutelarli. Ma non è tutto: oltre ai cartelloni e a un training di formazione sul tema rivolto a tutti i ruoli aziendali (capi reparto compresi), gli ideatori dell’iniziativa hanno pensato bene di creare anche una cartolina. Che, fatta arrivare a tutte le impiegate, vuole incitarle a segnalare senza timore eventuali episodi critici e a denunciare la situazione attraverso una procedura in grado di assicurarne la totale riservatezza.

VALORIZZARE LE DIVERSITÀ

Pur non avendo mai registrato episodi di mobbing e molestie, Smurfit Kappa Italia ha reputato importante fare proprio l’accordo contro le discriminazioni di genere firmato da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. E, da lì, attraverso la campagna #Alleiamoci - Fragile a chi?, proseguire nel solco tracciato dal progetto sulla valorizzazione delle diversità, firmato da Gruppo EveryOne. «Siamo orgogliosi di aver saputo dare all’iniziativa EveryOne, che coinvolge tutto il nostro gruppo a livello internazionale, anche una connotazione specifica per gli stabilimenti italiani, facendo nostro l’accordo di Confindustria», ha commentato il CEO di Smurfit Kappa Italia Gianluca Castellini: «Teniamo alle nostre dipendenti, siamo orgogliosi del contributo che ogni giorno forniscono alla nostra azienda e siamo impegnati a fare in modo che i luoghi di lavoro continuino a essere ambienti dove si possano sentire protette, rispettate e accettate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso