Violenza Sulle Donne

Violenza sulle donne

18 Settembre Set 2019 1434 18 settembre 2019

Piemonte, mancano i fondi per aiutare le vittime di violenza

Nel 2019 sono state accumulate parcelle per 250 mila euro. Ma la Regione ne ha a disposizione appena 150 mila. E le richieste sono in costante aumento. 

  • ...
piemonte fondi vittime violenza

L’Italia, almeno a parole, vuole aiutare le donne vittime di violenza. I fatti, però, raccontano una realtà molto diversa, come conferma ciò che sta accadendo in Piemonte, dove mancano i fondi per pagare le spese legali sostenute dalle vittime durante i processi. Come riporta Repubblica, i 150 mila euro messi a bilancio per il 2019 si sono rivelati ampiamente insufficienti: i 300 avvocati che solo a Torino hanno rappresentato in tribunale donne in casi che passano attraverso la richiesta di accesso al fondo, hanno infatti già presentato alla Regione parcelle per 250 mila euro. Dunque, all’appello ne mancano 100 mila.

UNA RICHIESTA AL GIORNO

Non è solo una questione di soldi mancanti, ma anche di burocrazia farraginosa. I fondi previsti dalla giunta Chiamparino sono stati inseriti nelle voci di bilancio, ma non in liquidità: per cui non possono essere utilizzati fino a che l’errore non verrà cancellato con l’assestamento di bilancio. Sono dunque 150 i risarcimenti ‘in coda’, con tanti avvocati in attesa da sette mesi di essere pagati. Da quando è entrato in vigore il Codice Rosso, in Piemonte c’è stato un aumento delle domande di sostegno economico per pagare le spese legali nei processi a uomini violenti e stalker, o anche ‘solo’ a padri che si rifiutano di adempiere al mantenimento dei figli. Se dal 2008 al 2017 in tutto c’erano state circa 700 richieste, nel solo mese di agosto 2019 ne sono pervenute 30: una al giorno, in pratica. «Sarà Finpiemonte ad anticipare la cifra per saldare le pratiche. Per il 2020 abbiamo chiesto 500 mila euro», ha dichiarato l'assessore regionale Chiara Caucino. Speriamo sia vero. e che venga poi concessa la cifra richiesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso