2 Settembre Set 2019 1517 02 settembre 2019

Il documentario che racconta le donne di tutto il mondo

Presentato a Venezia, Woman coinvolge duemila figure femminili ed è stato girato da Anastasia Mikova e Yann Arthus-Bertrand, già autori di Human

  • ...
Woman Documentario Venezia

Le quote rosa tra i registi in gara (nel concorso principale e nella sezione Orizzonti) sono tutt’altro che soddisfacenti a Venezia, come ha fatto notare la presidente della giuria Lucrecia Martel. Tuttavia, al Lido c’è da registrare una certa attenzione nei confronti delle donne, come testimoniano il film Verdict, che ruota attorno alla violenza di genere nelle Filippine, e il docufilm di Jo Squillo girato a San Vittore, nonché il documentario Woman, girato da Anastasia Mikova e Yann Arthus-Bertrand.

UN COLLAGE DI STORIE

Presentato fuori concorso alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia, Woman è un progetto internazionale che ha coinvolto duemila donne provenienti da 50 diversi Paesi del mondo, le quali si sono raccontate in prima persona ai cineasti Anastasia Mikova e Yann Arthus-Bertrand, che insieme avevano già realizzato Human. Woman è un collage di storie, un caleidoscopio di volti, una raccolta di esperienze di vita: ci sono la ranchera quasi 60enne prossima alle prime nozze, la manager di successo che ha messo la carriera davanti a tutto, la contadina russa innamoratissima del marito, la sudamericana che da giovanissima ha dato alla luce cinque figli perché nessuno le aveva mai parlato di contraccezione, ma anche pescatrici, vigili del fuoco, scrittrici, pescatrici e così via. Woman propone un ritratto multisfaccettato di chi rappresenta metà dell’umanità, gettando luce sulle ingiustizie subite dalle donne in tutto il mondo e mettendo in evidenza la loro capacità di cambiare il mondo, malgrado le innumerevoli difficoltà, attraverso argomenti come maternità, matrimonio, istruzione, sessualità, indipendenza economica. Tra tutte, sono particolarmente toccanti le testimonianze delle donne prigioniere di guerra che hanno visto orrori inimmaginabili, e delle mogli che hanno vissuto abusi da parte di mariti violenti.

LA RESILIENZA DELLE DONNE

«Mentre stavamo girando Human, il nostro primo film, ci siamo appassionati alle testimonianze di alcune donne. Sebbene fossero spesso timide o sospettose prima di essere intervistate, si tranquillizzavano non appena si trovavano davanti alla cinepresa», hanno spiegato i due registi: «Avevano bisogno di parlare, ma soprattutto sentivano la necessità di essere ascoltate. Ecco come è nato questo film, quasi due anni prima dello scandalo Weinstein e della nascita del movimento #MeToo». Ciò che ci ha colpito maggiormente Anastasia Mikova e Yann Arthus-Bertrand è «l’incredibile resilienza delle donne, la capacità di rialzarsi contro ogni previsione che sembra insita nel loro DNA»: la speranza di chi ha girato il documentario (e non solo) è che le loro voci possano essere finalmente ascoltate, in modo che «in futuro coloro che rappresentano una metà dell’umanità non siano più considerate ‘il sesso debole». Ecco il trailer di Woman.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso