2 Agosto Ago 2019 1750 02 agosto 2019

A nuoto da Messina a Reggio per sconfiggere il diabete

«Nonostante la malattia, si può vivere una vita pienamente normale, basta volerlo». È il messaggio della 14enne Simona D'Andrea, pronta ad attraversare lo Stretto a colpi di bracciate. 

  • ...
Simona D'andrea Nuoto Diabete

Attraversare a nuoto lo Stretto. Una bella impresa sportiva, che diventa anche nobile se alla base c’è un messaggio importante come quello che vuole lanciare Simona D’Andrea, 14 anni, affetta da diabete di tipo 1: grazie alla forza di volontà, niente è impossibile. L’appuntamento è fissato per il 4 agosto: ad assisterla nei sei chilometri che separano la località siciliana di Punta Faro alle coste calabresi di Villa San Giovanni, uno staff medico pronto a monitorare la glicemia della giovanissima nuotatrice. Durante la traversata potrebbe infatti aver bisogno di un’iniezione di insulina: «La prenderò senza fermarmi, mi fermerò pochi secondi ma resterò in acqua, e se la mia glicemia si dovesse abbassare introdurrò zuccheri», ha spiegato al Corriere della Sera.

LA DIAGNOSI A SOLI CINQUE ANNI

La traversata a colpi di bracciate dovrebbe durare circa un’ora. «Questa sfida nasce con l’intento di dare un messaggio di positività e speranza a tutte le persone che, come me, hanno il diabete. Vorrei che tutti capissero che, nonostante la malattia, si può vivere una vita pienamente normale, basta volerlo», ha detto Simona. Il diabete le è stato diagnosticato quando aveva cinque anni e ora, racconta, per lei «è diventato come un amico», che ‘tiene a bada’ con tre piccole iniezioni al giorno, a volte anche di più. «Il gesto di Simona è la dimostrazione che, prestando attenzione, il diabete non pone limiti alla realizzazione dei propri sogni», ha commentato Giovanni Lamezia, presidente dell’Associazione Giovani Diabetici. Simona parteciperà insieme ad altri 80 sportivi alla Traversata dello Stretto di Messina, gara internazionale di nuoto di fondo giunta alla 55esima edizione: avrebbe voluto prendervi parte già nel 2018, ma non avendo compiuto i 14 anni richiesti per la categoria ragazzi, non era stata ammessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso