5 Aprile Apr 2019 1223 05 aprile 2019

Il M5s ha bocciato la mozione per salvare la Casa delle Donne di Roma

Era stata presentata dalle donne del centro sinistra, e chiedeva alla sindaca Virginia Raggi di rinnovare la concessione di utilizzo all'immobile, da quasi un anno sotto sfratto.

  • ...
Casa Delle Donne Roma Raggi Mozione M5s

La battaglia per la sopravvivenza della Casa Internazionale delle Donne di Roma continua, ma il supporto politico continua ad essere assente. Il Movimento 5 stelle ha infatti bocciato la mozione 189/2018 (con 34 voti contrari) presentata dalle donne del centro sinistra che chiedeva alla sindaca Virginia Raggi di rinnovare la concessione di utilizzo alla Casa, da quasi un anno sotto sfratto. Per il M5s il rifugio per le donne romane che in 30 anni ha aiutato più di 500 mila donne a uscire da sitiuazioni di violenza non può continuare a utilizzare i locali dell'ex Convento del Buon Pastore. È è da luglio 2018 che la sindaca Raggi e l'amministrazione sono irremovibili e non cedono sulla «revoca immediata della concessione». Giulia Tempesta, consigliera democratica e firmataria della mozione ha dichiarato: «Noi abbiamo voluto fortemente e vogliamo fortemente che questa amministrazione continui il dialogo con la Casa e tutte le donne della città affinché quel luogo continui ad agire e svolgere l'utile servizio che dà a Roma». «Sappiamo che ci sono stati degli atti da parte dell'amministrazione e che c'è stato un dialogo con la Casa. L'approvazione di questa mozione poteva essere un'occasione utile per fare in modo che questi rapporti proseguano proficuamente».

IL COMUNICATO DELLA CASA DELLE DONNE

La Casa delle donne ha replicato alla bocciatura della mozione con un comunicato pubblicato sui social: «Abbiamo appreso di una mozione presentata in data 2 aprile in consiglio comunale, in favore della Casa Internazionale delle Donne; ci preoccupa che che il Consiglio Comunale, ancora una volta, non abbia voluto aprire una discussione nel merito. Noi, come la stessa Sindaca ci ha invitato a fare, stiamo lavorando per una soluzione equa che riconosca il valore e il ruolo dei luoghi delle donne, attraverso la proposta di transazione, alla quale stiamo aspettando una risposta e sulla quale abbiamo misurato la stima e la solidarietà della città attorno alla Casa». Aggiungendo di essere «tutte impegnate affinché nei prossimi mesi si possano delineare soluzioni positive alle diverse difficoltà, e riteniamo necessario mantenere la nostra azione coordinata e solidale, anche per evitare possibili rischi di strumentalizzazione».

COMUNICATO della Casa Internazionale delle Donne. Abbiamo appreso di una mozione presentata in data 2 aprile in...

Geplaatst door Casa Internazionale delle Donne op Donderdag 4 april 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso