Aborto Testimonianza Pillola Abortiva

Diritto all'aborto

22 Marzo Mar 2019 1412 22 marzo 2019

La Regione Toscana ha stanziato 195 mila a sostegno dei Pro-vita

E delle associazioni antiabortiste, dando loro l'opportunità di operare nei consultori pubblici per contrastare il diritto ad interrompere la gravidanza. Un attacco alla libertà delle donne.

  • ...
Regione Toscana Pro Vita Associazioni Antiabortiste

L'ennesimo attacco alla libertà delle donne arriva dalla Toscana. E la denuncia delle dirette interessata non si fa attendere. «Siamo indignate nell'apprendere che la Giunta della Regione Toscana abbia stanziato 195 mila euro per i prossimi tre anni a sostegno del Forum 'Pro-vita' e delle associazioni antiabortiste, dando loro l'opportunità di operare nei consultori pubblici per contrastare il diritto ad interrompere la gravidanza, riconosciuto alle donne e sancito dalla legge 194 dello Stato, approvata nel 1978»: ad affermarlo sono le donne che fanno parte del centro antiviolenza la Casa delle donne, dello Spi Cgil e di Amnesty International di Viareggio (Lucca).

NON SOSTENERE LA SCELTA DELLE DONNE È UNA VIOLENZA

«Si è votato per legalizzare la decisione di abortire. Decidere di abortire è per ogni donna una scelta sofferta, non sostenerla è una violenza», hanno aggiunto le donne di Viareggio in una nota. Annunciando che contesteranno «con tutta la nostra forza le decisioni ipocrite, regressive finalizzate a sostenere, addirittura economicamente, i movimenti antiabortisti che ci riporterebbero alla pratica dell'aborto clandestino. Dalla Regione Toscana, mai ci saremmo aspettate una scelta di campo di questo genere». Critica anche la coalizione 'Diritti in comune' in consiglio comunale di Pisa che dice «no al finanziamento pubblico alle associazioni antiabortiste e no alla loro attività nei consultori. L'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi deve dare le dimissioni dal proprio mandato e la Regione Toscana deve escludere la possibilità di stipulare accordi con soggetti di questo tipo».

Indecente accordo tra Regione Toscana e forum pro vita. Vergognoso attacco alla autodeterminazione delle donne in Toscana

Geplaatst door NUDM non una di meno Lucca op Donderdag 14 maart 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso