28 Febbraio Feb 2019 2009 28 febbraio 2019

La vera parità di genere c'è solo in sei Paesi al mondo

Secondo uno studio condotto dalla Banca Mondiale l'uguaglianza piena è presente in Belgio, Danimarca, Francia, Lettonia, Lussemburgo e Svezia. Italia nelle retrovie dei Paesi Ue.

  • ...
Donne Uomini Parità

Sono appena sei i Paesi al mondo in cui donne e uomini possono godere degli stessi diritti. A rivelarlo è stato uno studio condotto dalla Banca mondiale e reso pubblico il 27 febbraio, che mette in luce come, a livello mondiale, le donne ricevano solo i tre quarti dei diritti degli uomini. I Paesi in cui la parità di genere non è soltanto un'utopia sono Belgio, Danimarca, Francia, Lettonia, Lussemburgo e Svezia.

RACCOLTI I DATI DEGLI ULTIMI 10 ANNI

Lo studio ha brevettato un indice che è il risultato della raccolta di dati negli ultimi 10 anni nei 187 Paesi con otto indicatori selezionati per misurare la parità di diritti per uomini e donne. Ai Paesi è stato attribuito un punteggio da 0 a 100, dove 100 indica il massimo livello in termni di riduzione delle differenze di genere. L'Italia si piazza al 22esimo posto, con un punteggio di 94,38, tra peggiori in Europa, ma meglio di Ungheria, Germania, Cipro e Slovenia.

LA MEDIA GLOBALE IN DISCESA

Per lo studio sono stati compiuti progressi da quando la media globale è passata da 70 a 75 su una scala di 100. Sono 131 i Paesi che hanno accettato di attuare 274 riforme, ricorrendo a leggi o regolamenti per integrare meglio donne. La Banca mondiale ha aggiunto che 35 paesi, come la Bolivia e le Maldive, hanno introdotto leggi contro le molestie sessuali sul posto di lavoro, proteggendo quasi 2 miliardi di donne in più.

RESTANO LE DIFFICOLTÀ NEL TROVARE LAVORO

Nel report, tuttavia, vienesottolineato come per le donne sia più difficile trovare lavoro o avviare un'impresa. «Se le donne avessero pari opportunità rispetto agli uomini per raggiungere il loro pieno potenziale, il mondo sarebbe non solo più giusto ma anche più prospero», ha detto Kristalina Georgieva, presidente facente funzione della Banca Mondiale. Ha anche sottolineato che molti Paesi stanno attuando le riforme nella giusta direzione, ma ancora «2,7 miliardi di donne non hanno le stesse possibilità degli uomini in termini di posti di lavoro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso