25 Febbraio Feb 2019 1626 25 febbraio 2019

Un'ex collaboratrice ha accusato Trump di averla baciata senza consenso

L'episodio sarebbe avvenuto prima di un comizio a Tampa, nel 2016. Ma la Casa Bianca smentisce categoricamente e chiama in causa testimoni oculari.

  • ...
Alva Johnson Bacio Trump

Una donna ex membro dello staff della campagna elettorale di Donald Trump ha accusato il presidente americano di averla baciata senza il suo consenso prima di un comizio il 24 agosto del 2016 a Tampa, in Florida. Parlando con il Washington Post Alva Johnson, che ha avviato un'azione legale contro il tycoon, ha raccontato come Trump abbia afferrato la sua mano e abbia tentato con forza di baciarla sulle labbra. Con prontezza di riflessi lei sarebbe riuscita a girare la testa e il bacio sarebbe finito su di un lato della bocca.

LA VERSIONE DELLA DONNA: «MI SONO SENTITA VIOLATA»

Il fatto sarebbe avvenuto quando il tycoon stava lasciando un camper di quelli utilizzati per la campagna elettorale. «Sono riuscita a girare la testa e così ho evitato il bacio sulle labbra che è invece arrivato sul lato della mia bocca», ha proseguito Johnson nella sua ricostruzione. «Mi sono sentita subito violata perché non me l'aspettavo e non lo volevo», ha aggiunto la donna: «Posso ancora vedere le sue labbra portate verso il mio viso». La donna ha quindi affermato come all'episodio abbiano assistito anche due testimoni - un funzionario della campagna di Trump e l'ex procuratore generale della Florida Pam Bondi - ma i due sentiti dal Post avrebbero negato di aver visto il bacio. Johnson avvertì subito il fidanzato e i genitori dell'accaduto e tutti e tre hanno confermato la storia.

LA CASA BIANCA RESPINGE OGNI TIPO DI ACCUSA

La portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, ha respinto con forza le accuse di Alva Johnson: «Questo episodio non è mai accaduto ed è chiaramente smentito dai racconti di diversi e altamente credibili testimoni oculari», ha affermato in una nota in cui ha commentato la storia riportata dal Washington Post.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso